menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fabaria rally, Runfola e Pollicino vincono la 23esima edizione

La coppia di piloti ha dominato la gara, i due sono stati a bordo della loro Skoda Fabia S2000 dell'Island Motorsport. Alle loro spalle il vincitore della passata edizione, l'aragonese Pietro Gandolfo

Vincendo 6 delle 8 prove speciali in programma, la coppia cefaludese composta da Marco Runfola e Marco Pollicino con la Skoda Fabia S2000 dell’Island Motorsport si è aggiudicata la 23esima edizione del Fabaria Rally. 

Alle loro spalle il vincitore della passata edizione, l’aragonese Pietro Gandolfo che per l’occasione ha corso con a fianco la tedesca Stefanie Ruecker sulla  Peugeot 207 S2000 della Sunbeam Motorsport. 

"Dopo il secondo posto dello scorso anno proprio alle spalle di Gandolfo – ha detto raggiante il 25enne vincitore – è giunto finalmente il primo gradino del podio, merito anche dell’eccellente vettura messami a disposizione dalla Pa Racing e con la quale ho creato subito il giusto feeling". 

Troppo presto fuori gara e nella stessa prova sia la Peugeot 207 S2000 di Pollara (uscita di strada) che la Renault Clio S1600 di Morreale (motore) per il terzo gradino la lotta si è rivelata più aperta del previsto e la sorpresa, e che sorpresa, è giunta dalla coppia Brusca-Midulla con la Peugeot 106 Gruppo A della Trinacria Racing che si sono presi il lusso di segnare per ben tre volte il terzo tempo assoluto, e precedere strameritatamente sul traguardo di Favara le più accreditate Renault Clio di Bartolo Mistretta (CST) che sull’ultima prova sopravanzava la S1600 di Centinaro, a loro volta seguite dalla Mitsubishi Lancer del rientrante pilota corleonese Renato Di Miceli (Scuderia Ateneo). 

Dopo il ritiro nell’ultima prova di De Francisci (frizione), che aveva duellato per tutta la gara con Mistretta, le Peugeot 106 sono state protagoniste anche nelle posizioni di rincalzo con Rizzo, Centineo e Nastasi, rispettivamente settimo, ottavo e nono davanti alla Clio di Arcuri.

L’ormai classica manifestazione agrigentina, affiancata come consuetudine al Rally dei Templi, organizzata dalla Pro racing con la collaborazione dell’automobile club Agrigento era valida quale terzultima prova del trofeo rally nazionali sesta zona ed anche per il campionato Siciliano Rally, ed è  stata portata a termine da 36 dei 70 equipaggi partiti ieri sera da Favara. 

La Classifica:
1.Runfola-Pollicino (Skoda Fabia S2000) in 37’10”8; 
2.Gandolfo-Ruecker (Peugeot 207 S2000) a 19”0; 
3.Brusca-Midulla (Peugeot 106) a 1’54”5; 
4.Mistretta-Spedale (Renault Clio R3) a 2’05”7; 
5.Centinaro-Avenia (Renault Clio S1600) a 2’09”4; 
6.Di Miceli-Marchica (Mitsubishi Lancer Evo X) a 2’16”5;
7.Rizzo-Sacco (Peugeot 106) a 2’46”6; 
8.Centineo-C. Barreca (Peugeot 106) a 3’29”6; 
9.Nastasi-Cangemi (Peugeot 106) a 3’38”8; 
10.Arcuri-Calderone (Renault Clio RS) a 3’44”2. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento