Enduro, uno sport che rispetta la natura

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Domenica, come quasi tutte le domeniche i piloti del Motoclub Enduristi Agrigentini si recano nelle campagne del territorio Agrigentino per trascorrere la giornata all'insegna dello sport. L'Enduro,questa disciplina si stà ormai diffondendo tra giovani e meno giovani, impegnando la domenica almeno una sessantina di sportivi che attraversano il territorio della provincia di Agrigento ,tra viottoli ,trazzere e mulattiere raggiungendo i comuni limitrofi, come Cattolica Eraclea , Cianciana, San Biagio Platani ecc.

Questa domenica i piloti Parla, Pontei, Moncada,Vullo,Morreale,Natalello che quest'anno saranno impegnati anche a livello agonistico nel campionato Regionale Siciliano Enduro , si allenavano, (in vista della prima gara che si svolgerà a Messina) nei pressi della frazione Agrigentina di Montaperto tra gli alberi, notavano un grosso volatile in seria difficoltà nel riprendere il volo, prontamente intervenivano raccogliendolo e avvertendo il Wwf affinchè possa essere curato e rimesso in libertà.Si trattava di un esemplare maschio di Airone che probabilmente ferito da un colpo di fucile non riusciva più a volare.Quindi anche l'Enduro che tutti pensano sia uno sport che distrugge la natura questa volta è servito a ridare la vita e la libertà a una creatura che altrimenti non avrebbe avuto scampo.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento