L'emergenza Coronavirus ferma il Licata, rinviate tutte le partite di serie D

Al "Dino Liotta" doveva andare in scena il big match contro il Giugliano, ma è stato tutto posticipato a data da destinarsi

Lo stadio "Dino Liotta"

L’emergenza Coronavirus ferma il campionato di serie D. La Lega Nazionale Dilettanti ha deciso di adottare una serie di disposizioni volte in primo luogo a rispettare i principi di contenimento del contagio da Covid-19 previsti dal decreto governativo. 

La 27esima giornata dal campionato di serie D, è stata rinviata. Il Licata, reduce da una sconfitta contro il Messina, non ospiterà il Giugliano. La partia che era in programma al “Dino Liotta”, domenica 8 marzo è stata posticipata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"ll Dipartimento Interregionale - come si legge in una nota ufficiale - preso atto del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020, considerato che all’art 1 lettera C è previsto espressamente che le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus Covid-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano, considerato che l’espletamento di tali controlli, posti a carico delle associazioni e società sportive necessita di tempi tecnici particolari e  vista l’imminenza delle gare programmate, dispone il rinvio di tutte le gare in programma domenica 8 marzo 2020 relative ai gironi A – E – G – H - I a data da destinarsi”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento