menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disordini nel post gara tra Licata e Messina, disposto il daspo per otto tifosi

Le indagini condotte dal commissariato di Licata, in collaborazione con le Digos di Agrigento e Messina, consentivano l'esatta ricotruzione dei fatti

Il Questore di Agrigento ha disposto l'applicazione del daspo a carico di otto soggetti resisi responsabili dei disordini verificatisi al termine dell'incontro di serie D tra Licata e Messina. Il derby siculo si è disputato allo stadio licatese "Dino Liotta" il 20 novembre scorso.

Al termine della gara, un giovane supporter licatese sarebbe stato aggredito da un gruppo di sostenitori della squadra ospite, riportando lesioni guaribili in dieci giorni.
 
Le indagini condotte dal commissariato di Licata, in collaborazione con le Digos di Agrigento e Messina, consentivano l'esatta ricotruzione dei fatti. Inoltre  gli agenti hanno anche notato dei danneggiamenti di un'autovettura a bordo della quale viaggiavano alcuni tifosi del Messina, uno dei quali si rendeva responsabile anche di reato di resistenze e minaccia a pubblico ufficiale.
 
Gli otto tifosi, tre di Licata e cinque di Messina, sono stati individuati come responsabili dei disordini. I giovani, tutti di età compresa tra i 24 e i 30 anni, sono stati deferiti alle autorità competenti.
 
La durata del daspo imposto agli otto giovani varia dai tre ai cinque anni ed, a carico di due tifosi messinesi, viene imposto anche l'obbligo di presentazione presso gli uffici di Polizia durante lo svolgimento degli incontri del Messina.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento