menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Daniele Pisciotto

Daniele Pisciotto

Sedici anni e non sentirli, Daniele Pisciotto: l'arbitro prodigio

"Il ragazzo - racconta il presidente dell'Aia - è nato con questa dote, ha nel sangue l'arbitraggio. E' un ragazzo con una forte personalità, anche a livello fisico è perfetto. Disciplinato, tecnico e ribadisco con una buona personalità"

"E' nato arbitro". In una lunga intervista il presidente dell'Aia Agrigento, Armando Salvaggio, elogia l'operato di un suo "piccolo" grande arbitro.  Daniele Pisciotto, il sedicenne con la passione dell'arbitraggio inizia a farsi conoscere nell'ostico mondo dei fischietti.

 
Sedici anni e non sentirli, è il ragazzino prodigio sta già facendo parlare di sè. In un dibattito con il presidente Salvaggio scopriamo quanto di buono sta facendo Pisciotto.
 
"Il mestiere dell'arbitro è molto difficile, deve essere una passione innata, noi ad Agrigento abbiamo ottimi elementi, ragazzini veramente forti. Da Giuseppe Girgenti a Fabio Pasciuta, o alla ventinovenne Valentina Catania".
 
A Salvaggio chiediamo di soffermarsi su Daniele Pisciotto per raccontare la vita lavorativa del ragazzo agrigentino. "Daniele è nato con questa dote, ha nel sangue l'arbitraggio. E' un ragazzo con una forte personalità, anche a livello fisico è perfetto. Disciplinato, tecnico, e ribadisco con una buona personalità. Il ragazzo è un classe '95 e ad oggi arbitra la juniores provinciale riscuotendo consensi a furor di popolo. Noi dell'Aia siamo fieri di lui come di tutti gli altri ragazzi che fanno parte di questa nostra realtà. Spero che Daniele - conclude Salvaggio - abbia davanti un grande futuro lavorativo".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento