menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Damen Bell Holter

Damen Bell Holter

Dall'Alaska ad Agrigento, Damen Bell Holter, l'americano "innamorato" della pasta

Il nuovo biancazzurro si racconta ai microfoni di 'AgrigentoNotizie'. Una nuova vita, delle nuove abitudini e l'amore per la sua terra

A "tu per tu" con l'americano Damen Bell Holter. La faccia buona ed il corpo pieno di tatuaggi che raccontano la storia di una vita. Niente Miami o Los Angeles, Damen, proviene da Hydaburg. Paesino di circa trecento anime. L'americano è cresciuto andando a pescare o cacciando. Adesso la grande occasione, l'Europa.

Un "mondo" nuovo, che Damen Bell Holter, ha voglia di conoscere e conquistare. "Mi piace il cibo, il clima, la gente fantastica". Esordisce così l'americano della Fortitudo. Il "gigante buono" ai microfoni di AgrigentoNotizie dice di avere "trovato un grande gruppo".

L'impatto con l'Italia è stato importante, e con il cibo? Damen sorride e risponde così: "Sto mangiando troppa pasta, devo iniziare a limitarmi". Nuove abitudini e nuovi modi di fare, per uno che ad oggi vive lontano, lontanissimo da casa: "Le mie origini?  Sono un nativo-americano - dice -  del gruppo degli Haida, una popolazione che vive tra la Columbia Britannica e il sud-est dell’Alaska. Sono cresciuto a Hydaburg, un paese di circa 300 abitanti dove non c’è molto a parte un piccolo supermercato e una stazione di servizio. Sono cresciuto andando a caccia, pescando, occupandomi di quello che serviva per il nostro sostentamento".

Damen Bell Holter ha molti tatuaggi, nessun immagine banale, ma l'americano porta sulla pelle i suoi affetti più cari: "Ogni tatuaggio ha un significato speciale per me. C’è quello con il nome di mio padre - spiega - quello con il nome e la data di nascita di mio figlio Isaiah, il ritratto di mio nonno, che oggi non c’è più. la mappa dello stato dell’Alaska, poi un disegno creato da un mio caro amico, un artista. Rappresenta un serpente, per gli Haida il serpente rappresenta una sorta di demone, che in questo caso cerca di attaccarmi sulla spalla e alla schiena". 

La Fortitudo è la sua nuova casa, Damen Bell Holter esalta il roster biancazzurro: " Vogliamo giocare di squadra e c’è una bella atmosfera tra noi, questo è molto importante. Abbiamo molti giocatori esperti, ragazzi che sono qui da molto tempo e anche questo conta molto. Abbiamo anche talento giovane, è un’ottima miscela". 

Da Agrigento sono passati tanti americani, Bell Holter lo sa bene: "So che hanno sempre fatto bene, che il coach ti lascia spazio per esprimerti. I ragazzi che erano qui l’anno scorso sono andati a giocare nella Bundesliga, ed è anche il mio desiderio quello di raggiungere livelli sempre più alti. E’ il mio terzo anno in Europa, essere in una squadra che punta ai playoff e ad essere protagonista è una cosa molto importante. Quando si vince le cose vanno meglio per tutti, questa è una grande società, molto professionale, quindi per me è un’ottima situazione sia dentro che fuori dal campo". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento