Coppa Italia, ecco la fase nazionale: il Canicattì in campo per la D

Le 8 vincenti si affronteranno poi ad eliminazione diretta con gare di andata e ritorno dai quarti di finale in poi, con la finale prevista invece in gara unica al Centro di Formazione Federale “Bozzi” di Firenze

Il Canicattì torna in campo per la fase nazionale della 53esima edizione della Cotta Italia. La squadra che ha vinto la fase regionale adesso dovrà vedersela le altre rivali di tutta Italia.  Si affrontano vivaci realtà e grandi centri di tutta l’Italia con risultati spesso sorprendenti. Non è un caso se il detentore del trofeo è il St. Georgen, squadra altoatesina che ha sbaragliato la concorrenza al di là di ogni pronostico. “La Coppa Italia Dilettanti è una competizione storica che conferisce prestigio a tutto il nostro movimento – ha affermato il presidente Cosimo Sibilia – perché unisce passione e qualità agonistica in una manifestazione che rappresenta al meglio l’identità della Lega Nazionale Dilettanti, il senso di appartenenza locale, provinciale e regionale”.

 A partire da mercoledì 27 febbraio, prenderà il via la prima fase eliminatoria con le 19 vincitrici suddivise in tre triangolari e cinque accoppiamenti, quest’ultimi organizzati in gare di andata e ritorno.  Canicattì e Corigliano si giocano il passaggio del turno nell’abbinamento H. La squadra siciliana è stata rifondata nel 2014 e nella scorsa stagione è ritornata in Eccellenza dopo venti anni di assenza. Il club è giovane ma porta con sé la storia di un club con una bacheca ricca di trofei e 15 anni di militanza tra D e C2. A Corigliano la quarta serie manca dal 2004. Dopo i fasti degli anni ’90 i biancocelesti la scorsa stagione hanno vinto la Promozione ed ora sono in corsa per centrare il secondo salto di categoria consecutivo.

 Nel primo turno, le diciannove squadre vincitrici le fasi regionali della Coppa sono state divise in 3 gironi da 3 squadre e 5 abbinamenti da due. Va specificato che nei triangolari la squadra che riposa è stata decisa tramite sorteggio, mentre non scenderà in campo nella seconda giornata la formazione che avrà vinto la prima gara o, in caso di pareggio, quella che avrà disputato il primo incontro in trasferta. Nelle gare ad abbinamento, invece, risulterà vincente la squadra che nei due incontri avrà ottenuto il maggior numero di reti nel corso delle due gare. Qualora risultasse parità nelle reti segnate, sarà dichiarata vincente la squadra che avrà segnato il maggior numero di reti in trasferta; in caso di persistente parità, saranno battuti direttamente i rigori. Le 8 vincenti si affronteranno poi ad eliminazione diretta con gare di andata e ritorno dai quarti di finale in poi, con la finale prevista invece in gara unica al Centro di Formazione Federale “Bozzi” di Firenze. Qualora la squadra vincente la Coppa Italia avesse già acquisito il diritto alla partecipazione al Campionato di Serie D 2019/2020, tale titolo sarà riservato all'altra squadra finalista di Coppa Italia. Nell'ipotesi in cui entrambe le finaliste, per meriti sportivi, avessero già acquisito tale diritto, l'ammissione al prossimo Campionato di Serie D è riservata alla vincente di apposito spareggio fra le società eliminate in semifinale o alla semifinalista soccombente, qualora l'antagonista abbia anch'essa acquisito, per proprio conto, il diritto alla partecipazione alla prossima Serie D. In tutte le ipotesi illustrate il diritto all’ammissione al prossimo campionato Serie D non viene riconosciuto se la squadra interessata al termine della stagione è retrocessa nella categoria inferiore.

Composizione dei gironi

Le squadre impegnate nella fase nazionale sono suddivise in otto raggruppamenti, tre triangolari (con gare di sola andata) e cinque accoppiamenti (con partite di andata e ritorno) così composti:

Girone A: Canelli, FBC Finale, Varese (triangolare)

Girone B: Caldiero Terme, Dro Alto Garda, San Luigi (triangolare)

Girone C: Bagnolese, Montignoso (andata e ritorno)

Girone D: Tolentino-Foligno (andata e ritorno)

Girone E: Nuorese-Team Nuova Florida (andata e ritorno)

Girone F: Amiternina Scoppito-Tre Pini Matese (andata e ritorno)

Girone G: Audax Cervinara, Casarano, Grumentum Val D’Agri (triangolare)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Girone H: Canicattì-Corigliano (andata e ritorno)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 59 nuovi positivi nell'Agrigentino: ci sono anche insegnanti e studenti, è raffica di scuole chiuse

  • Regione, firmata l'ordinanza: centri commerciali e outlet chiusi la domenica pomeriggio e coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus: "pioggia" di casi tra Agrigento, Favara, Ribera e Sciacca

  • Cosa fare se si è entrati in contatto con una persona positiva al coronavirus

  • Coronavirus, boom di contagi fra Licata, Sciacca, Porto Empedocle e Raffadali: anche 2 bimbi e una docente

  • Aumentano i contagi da Covid, sospesi i mercatini settimanali: ecco dove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento