menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Akragas: via D'Anna e Cipriano, ritorna Montalbano

"Non abbiamo contattato nessuno, a noi - afferma il presidente akragantino - non servono scienziati che cambiano il nostro modo di giocare, abbiamo puntato sul sicuro e cominciamo da capo"

Ha messo anche la cravatta il presidente dell'Akragas Giovanni Castronovo, oggi l'appuntamento era davvero importante. Stampa e tifosi, lì, ad aspettare spiegazioni e progetti, ma soprattutto lui, l'atteso ritorno di Vincenzo Montalbano. Ha chiarito quasi tutto il presidente Giovanni Castronovo, deciso e senza mezze misure ha provato a spiegare ritorni e addii.

"Avevamo visto la squadra un po' in difficoltà, abbiamo accettato le dimissioni di mister Raffaele, anche se noi avremmo discusso in settimana se continuare la preparazione tecnica o meno" . Apre così la conferenza stampa il massimo dirigente biancazzurro. "Le aspettative erano ben altre, va dato atto al grande lavoro che ha svolto mister Raffaele".
"La nostra scelta - ha detto il presidente - è ricaduta fin da subito su Montalbano. Abbiamo mantenuto con il tecnico sempre buoni rapporti. L'amore ed il blasone che ha Montalbano per questa squadra è impressionante".
 
"Non abbiamo contattato nessuno- afferma Giovanni Castronovo - a noi non servono scienziati che cambiano il nostro modo di giocare, abbiamo puntato sul sicuro e cominciamo da capo, a dimostrazione che il nostro obiettivo non cambia. Non facciamo promesse ne proclami, cerchiamo di piazzarci in una posizione migliore per poter disputare e vincere i play-off".
 
Castronovo fa un plauso a tutta quanta la dirigenza. "Ringrazio chi oggi continua a credere in questo progetto, Silvio Alessi è stato un grande scoperta, il suo modo di vivere giornalmente il calcio è un qualcosa che sta servendo alla squadra. Ringrazio anche Angelo Vella, Sebastiano La Mantia, Salvatore Sciortino e così via. Gente che continua a far del bene a questa squadra".
 
Il presidente Giovanni Castronovo risponde alle critiche piovute in questi giorni, che a detta dello stesso sono ''esagerate e poco costruttive".
 
"Abbiamo preso i migliori giocatori, capocannonieri e centrocampisti di un certo livello, non capisco le critiche di alcuni 'scienziati' che nei vari salotti della tv continuano a far polemiche. Accetto le critiche, ma solo quando sono costruttive".
 
Il patron dell'Akragas, fa sapere anche dei tagli che la squadra ha appena operato. "Abbiamo liberato D'Anna e Cipriano, ovviamente chi non si dovesse sentir pronto è libero di andar via. Qui - sottolinea Castronovo - si gioca per la maglia e per onorare la nostra città".
 
E' stato dello stesso avviso il direttore generale Silvio Alessi. "Abbiamo fior di giocatori, dobbiamo andare avanti e centrare in pieno i play-off".
 
Al direttore generale chiediamo un parere sull'attuale stato di forma del capitano dell'Akragas Giuseppe Bennardo. "Oggi non si è potuto allenare per un leggero fastidio al ginocchio, ma voglio sottolineare che Bennardo è il nostro capitano e rimarrà con noi. Spero che questo lungo digiuno si interrompa già domenica prossima, abbiamo bisogno dei lui e dei suoi gol. Spero - conclude Alessi - che i tifosi riprendano ad applaudirlo".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento