menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Timido sole su una spregiudicata Akragas, lunedì sereno in casa biancazzurra

Quando Vincenzo Montalbano ha varcato la soglia dello stadio Esseneto, lo scetticismo è stato tanto. Il primo, il secondo ed il terzo allenamento, la squadra ha seguito e segue il suo trainer riberese, operaio e goliardico

Quando Vincenzo Montalbano ha varcato la soglia dello stadio Esseneto, lo scetticismo è stato tanto. Il primo, il secondo ed il terzo allenamento, la squadra ha seguito e segue il suo trainer riberese, operaio e goliardico.

In allenamento si era visto un Gennaro Marasco intenso e deciso a lottare su ogni pallone. Nella giornata di ieri l'ex "tronista"  mette la corona alla sua bella Akragas. Se i signori del calcio non festeggiano mai un pareggio, ieri in dieci e contro una squadra tosta, l'Akragas raccoglie un punto che va festeggiato.
 
In settimana Montalbano aveva detto: "Non piangiamo sul latte versato e andiamo avanti". La sua Akragas è andata avanti, "stoppando" la rivale Alcamo e colmando del tutto il gap
 
Vincenzo Montalbano nel primo tempo sfiora la vittoria, l'espulsione di Piazza compromette l'andamento della partita, ma ai fini del risultato non appare del tutto catastrofica. La tifoseria chiedeva una prova d'orgoglio e l'Akragas ieri ha sfoderato una goliardica prestazione.
 
Il migliore in campo è stato il tanto criticato Gennaro Marasco, arrivato come un top player ma lontano dalla migliore forma fisica per molto tempo. Marasco ieri ha zittito tutti, facendo alzare il baricentro della sua squadra e sacrificandosi anche a centrocampo.
 
L'intesa con Bennardo produce buon gioco, i due si cercono e molto spesso trovano la porta. Ieri Montalbano ha schierato una formazione assai offensiva, mettendo a centrocampo Biondo e lo stopper Nobile con in avanti le due punte di peso.
 
L'Akragas tornerà ad allenarsi nel primo pomeriggio di domani, arriva il Kamarat, squadra forse con più insidie dell'Alcamo. Il professore Renato Maggio, sta già studiando la partita che dovrà affrontare domenica pomeriggio, il fattore campo potrebbe favorire l'Akragas, ma più che mai la partita è aperta.
 
Si gode questo timido sole di marzo Vincenzo Montalbano, oggi i pensieri devono essere lontani dal campo, si tornerà a faticare domani, con un Marasco in più e un Piazza in meno.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento