menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ernesto Russello, diesse dell'Akragas

Ernesto Russello, diesse dell'Akragas

Akragas, il diesse Russello annuncia il colpaccio: "Attaccante in arrivo"

Il dirigente biancazzurro svela la trattativa con un "mister x" da doppia cifra. Nelle prossime ore la firma di un nuovo centravanti pronto a indossare la maglia della squadra di Agrigento

Giornate di fuoco per il diesse dell'Akragas, Ernesto Russello. Il dirigente subentrato all'ormai ex Vittorio Strianese, dopo aver strappato Andrea De Rossi all'Arezzo e aver portato alla corte di mister Betta giovani importanti, ha in serbo il "colpaccio".

"Stiamo lavorando bene, abbiamo quasi chiuso l'accordo con un forte attaccante. Le sue caratteristiche? E' un centravanti di prima fascia, lo abbiamo inseguito tanto e tra oggi e domani speriamo di chiudere. Il nome? Appena firmerà l'accordo ve lo dirò".

Un bomber per l'Akragas, un attaccante da doppia cifra che affiancherà Nicola Arena. Ernesto Russello però non sottovaluta gli attaccanti in casa biancazzurra:"Vorrei che non si sottovalutasse Roberto Chiaria, è un bravo ragazzo e sta lavorando davvero bene, il giovane sta ben impressionando. Ho la fortuna di lavorare con un presidente ambizioso, Silvio Alessi punta a vincere il campionato quindi siamo pronti a lottare. Tutti i miei giocatori sono da prima fascia, il campionato è lungo e dobbiamo avere a disposizione sempre tutti".

L'Akragas domenica affronterà l'Agropoli, i biancazzurri giocheranno la prima partita di campionato fuori dalle mura dello stadio "Esseneto", il diesse Russello la pensa così: "A mio avviso la nostra avversaria è una delle pretendenti alla vittoria del campionato, insieme a noi ovviamente. La prima di campionato piena di insidie? L'andata si gioca ad Agropoli - ammette il diesse - ma il ritorno è nel nostro stadio. L'Akragas non deve temere nessuno, prima o poi dobbiamo affrontarle tutte".

Il campionato di serie D cerca la sua regina indiscussa, per Russello è una corsa a cinque: "Akragas, Agropoli, Neapolis, Battipagliese e Torrecuso, per me le squadre da battere sono queste".

Ore frenetiche per la corsa al ripescaggio e l'Arezzo che si prepara a festeggiare; il dirigente biancazzurro ha una sua idea: "So che ad Arezzo già festeggiano, non so chi abbia dato loro tutta questa sicurezza. Per me è ingiusto, la Lega doveva prendere in considerazione la nostra realtà. Non voglio far polemica - spiega il diesse - ma solo loro sanno cosa stanno facendo. Noi? Se davvero dovesse succedere il miracolo, saremo pronti. Ovviamente serve qualche innesto di categoria, ma il mercato degli svincolati quest'anno è davvero immenso. Intanto speriamo poi si vede".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento