rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Calcio

Lo Sciacca attende il Monreale, Crivello: "Le squadre di bassa classifica si chiudono, sarà una sfida complicata"

In vista della partita, in programma al Gurrera, nuovamente agibile, domani alle 15, i neroverdi dovranno fare a meno degli squalificati Tummiolo e Ciancimino: torna invece arruolabile Galluzzo

Dopo la partita contro il Mazara, destinata a lasciare un lungo strascico per via della controversia nata dall’episodio che ha visto il ferimento del tecnico Crivello, lo Sciacca torna a giocare al Gurrera, dichiarato nuovamente agibile, per affrontare il Monreale, terzultima compagine del girone A di Eccellenza. L’allenatore neroverde ha espresso le sue considerazioni sulla partita facendo il punto della situazione.

In prima battuta Crivello sottolinea le insidie derivanti dall’affrontare una squadra pericolante: “In parte abbiamo sfatato il tabù delle squadre di bassa classifica -ha affermato - contro il Marsala ma queste squadre vengono qui, si chiudono ed è difficile giostrare queste partite. Sarebbe bene andare in vantaggio ma come si è visto con il Marsala abbiamo avuto grosse difficoltà: c’è tutto da perdere e nulla da guadagnare”.

L’allenatore dello Sciacca ha fatto poi il punto sugli assenti: “I problemi di organico sono all’ordine del giorno -ha proseguito - però abbiamo una rosa abbastanza ampia che ci permette di affrontarla in maniera tranquilla. Sarà una partita difficile perché una squadra chiusa non è facile da colpire e rischi contropiedi come ci è successo col Marsala. Galluzzo sta bene, già negli allenamenti ha fatto benissimo e sarà del gruppo. Per sostituire Tummiolo e Ciancimino abbiamo Dagata, Conti e Libassi ragazzi che stanno facendo bene quindi non penso di avere problemi, per quanto siano due elementi importanti”.

In merito alla possibilità di eventuali rinforzi il tecnico neroverde si è pronunciato negativamente spiegando di avere in tal senso nella juniores un serbatoio importante: “Io sono contrario -ha concluso - questo punto è bene lavorare col materiale umano che hai, i ragazzi hanno la loro serenità, non ritengo necessario prendere qualcuno. Piano piano a piccoli passi sto inserendo alcuni juniores come Presti, Graci, Gulino e Balneare: sono tanti, sono bravi e motivati giusto dare spazio a loro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo Sciacca attende il Monreale, Crivello: "Le squadre di bassa classifica si chiudono, sarà una sfida complicata"

AgrigentoNotizie è in caricamento