rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Calcio

Messina, gol e assist a ritmo di dance: il fantasista dello Sciacca da 45 milioni di ascoltatori su Spotify

Tra i protagonisti dell'ottimo girone di ritorno neroverde il calciatore palermitano è contestualmente impegnato sul fronte musicale con il progetto Dualities

Arrivato a Sciacca nella sessione di mercato di febbraio il fantasista palermitano Domenico Messina, classe '95 con alle spalle una lunga militanza in Eccellenza, è diventato uno dei protagonisti dell'ottimo girone di ritorno disputato dalla squadra di mister Crivello. L'esterno offensivo palermitano ha una storia peculiare perché alla carriera di calciatore affianca quella da producer di musica dance: con il progetto Dualities (realizzato assieme al napoletano Simone Guida) è riuscito a raggiungere 40 milioni di ascolti complessivi ed una media di 616 mila utenti al mese su Spotify.

Domenico Messina in azione con la maglia dello Sciacca-2-2

In prima battuta Messina analizza la sua stagione sotto il profilo individuale che lo ha visto rilanciarsi a Sciacca dopo un inizio complicato: “All’inizio della stagione a Misilmeri - racconta ad AgrigentoNotizie - ho avuto subito dopo il ritiro un principio di pubalgia che mi sono trascinato anche a Mazara. L’infortunio mi ha tenuto fuori due settimane in una fase delicata per Misilmeri col cambio tecnico: mi sono ritrovato con questo problema che se non preso in tempo può farti anche smettere e ho sofferto perché non riuscire a dare il 100% alla mia età in squadre ambiziose come Don Carlo e Mazarese mi dispiaceva. Ho lavorato, anche sul dolore e sono tornato: quando mi ha chiamato mister Crivello ero quasi recuperato. Col passare del tempo e delle partite è diminuito il dolore e ho ritrovato la condizione e le prestazioni".

Il fantasista esterno parla poi della sua esperienza in neroverde sottolineando l'affetto e il calore dell'ambiente saccense: "A me piacciono le sfide difficili - afferma - conoscevo il tecnico solo di nome e oggi lo devo ringraziare perché mi ha portato in un posto dove ci si sente in famiglia, cosa che non succede spesso. Questo mi ha stimolato a dare il massimo per la squadra, la città e i nostri tifosi che ci stanno vicini in ogni caso dandoci sempre la scintilla per dare qualcosa in più".

Messina analizza poi il percorso compiuto dallo Sciacca in questo campionato di Eccellenza: "Penso che questo girone sia uno dei campionati più difficili che abbia mai giocato - spiega - rispetto al passato ci sono molte più squadre che partivano con l’obiettivo di salire di categoria e tanti giocatori provenienti dalla D il che è uno stimolo. Per quanto riguarda noi dispiace non essere riusciti a raggiungere i play-off: fare tanti punti nel girone di ritorno come abbiamo fatto noi non è facile perché  si sa che questo si campionato trasforma col mercato ma grazie al mister ci siamo compattati. Contro una grande squadra come Misilmeri speravamo di fare tre punti e non ci siamo riusciti poi siamo stati sfortunati a incontrare il Canicattì nel giorno della partita promozione: ammetto che quando ho segnato l’1-0 avevo creduto nell’impresa ma il rigore subito con espulsione ci ha penalizzato. Pazienza, siamo comunque orgogliosi di quanto fatto".

Messina parla poi di quella che è la sua attività da creativo musicale: “Faccio una premessa fondamentale - spiega - io non sono un disc-jockey ma un produttore che crea musica, non faccio le serate in discoteca non compatibili con la vita da calciatore. La chiave per fare musica come per giocare a calcio è la stabilità, avere una mentalità precisa. In campo sono un giocatore veloce che deve trovare la giocata, quando compongo devo creare qualcosa da zero. La musica è una passione che coltivo da quando sono piccolo non pensavo che potesse diventare a tutti gli effetti ma con il passare del tempo sono riuscito a dare vita a un progetto di musica pop che ci ha portato a raggiungere 45 milioni di ascoltatori su Spotify e firmare con le maggiori etichette discografiche come Sony e Universal. Adesso stiamo collaborando con alcuni artisti importanti del panorama dance mondiale come Zeep e Justin Jesso. La mia musica esprime il mio modo di giocare, la ricerca del divertimento e dell’allegria e questo sta alla base del progetto. Stiamo lavorando costantemente e l’obiettivo è quello di firmare un brano al mese”.

Pensando al futuro, l’idea del ventiseienne palermitano è quella di non scindere questo binomio a lui caro: “Il mio obiettivo è quello di giocare ancora e più a lungo possibile - conclude - anche se purtroppo poi arriva un’età in cui non si può continuare a fare il calciatore. In compenso però negli ultimi tempi ho iniziato un’attività che in Sicilia si vede poco, di individual soccer, cioè insegnare la tecnica individuale a un ragazzo in lezioni singole: l’ho presa come divertimento ma mi rendo conto che è un lato che mi appassiona molto quello di insegnare calcio. La musica invece è qualcosa che non ha età”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messina, gol e assist a ritmo di dance: il fantasista dello Sciacca da 45 milioni di ascoltatori su Spotify

AgrigentoNotizie è in caricamento