rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Calcio

Sciacca con gli uomini contati a Castellammare, Geraldi: "Gli infortuni non sono un alibi, vogliamo vincere"

Per la trasferta di domani il tecnico dovrà fare a meno di Salvucci, Gulino e forse anche di Conti: "Dobbiamo fare la conta, loro sono forti ma andremo lì con la testa giusta". Gli fa eco il centrocampista Nicosia: "Avversario forte ma vogliamo tutta la posta in palio"

Dopo il successo nel derby contro il Casteltermini lo Sciacca va in trasferta per affrontare il Castellammare, una delle rivelazioni di questo girone A di Eccellenza, quinto con sedici punti ed una partita in meno. I neroverdi, a caccia del primo successo fuori dal Gurrera, arrivano alla sfida contro la squadra di mister Mione con gli uomini contati.

Il tecnico dello Sciacca Giuseppe Geraldi ha espresso le sue considerazioni sull’avversario in relazione al rendimento interno dei biancazzurri: “Il Castellammare ha comunque battuto in casa l’Akragas all’ultimo minuto -ha affermato - il che significa che è un’ottima squadra. Parliamo di una partita alla nostra portata ma molto difficile perché loro sono la sorpresa del campionato e si confermano tali dopo la vittoria contro l’Akragas”.

L’allenatore neroverde ha fatto il punto sugli indisponibili spiegando come comunque non sia motivo di ridimensionamento dell’obiettivo: “Dobbiamo concentrarci sui nostri problemi perché purtroppo ci sono delle assenze - ha spiegato - Oltre ai problemi di Gulino e Salvucci non sappiamo se riusciamo a recuperare Conti e i portieri sono infortunati: dobbiamo fare la conta per chi va a giocare ma sempre con la testa giusta per vincere. Gli indisponibili non sono un alibi - ha concluso -per scendere in campo per il pareggio: andiamo lì per vincerla, sappiamo che loro sono forti ma che nelle nostre potenzialità c’è il potere fare risultato”.

Nicosia: “Gioco dove mi chiede il mister, spero di partire dall’inizio”

Anche il centrocampista Nunzio Nicosia ha parlato nella conferenza stampa prepartita soffermandosi in prima battuta sul suo inizio personale: “Fino ad ora è stata auna stagione positiva anche se ho giocato poco -ha spiegato - faccio quello che mi chiede il mister, mi adatto in tutti i ruoli e posso fare ovunque. Rispetto quel che decide il mister e mi comporto di conseguenza”.

In merito al rendimento della squadra il mediano neroverde ritiene che la classifica sia un po’ bugiarda: “Credo che potevamo fare qualcosa in più in alcune partite, avere qualche punto in più ed essere nelle prime posizioni perché abbiamo una squadra forte e molto unita”.

Il centrocampista originario di Altavilla Milicia ha poi espresso le sue sensazioni sulla sfida: “Il Castellammare è un’ottima squadra ha iniziato bene la stagione - ha concluso - ma noi possiamo giocarcela contro tutti. Andremo lì senza paura per conquistare tutta la posta in palio. Spero di potere giocare dall’inizio, l’obiettivo primario è sempre quello”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciacca con gli uomini contati a Castellammare, Geraldi: "Gli infortuni non sono un alibi, vogliamo vincere"

AgrigentoNotizie è in caricamento