rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Calcio

Canicattì contro lo Sciacca all'appuntamento per la storia, Giacchetto: "Domani dobbiamo giocare con entusiasmo"

Il Saraceno di Ravanusa (stavolta a porte aperte) è pronto per la partita che può portare i biancorossi in Serie D. Il vice-presidente: "La Serie D può essere un rilancio per la città, i giocatori sono sereni e li ringraziamo perché hanno dato sempre qualcosa in più"

Due punti: questa è la soglia che separa il Canicattì dal conquistare la tanto agognata promozione in Serie D. Il primo match point è domani contro lo Sciacca, nel derby in programma al Saraceno di Ravanusa alle 16,00: dopo lo svuotamento imposto  mercoledì scorso contro la Mazarese per motivi di sicurezza poco tempo prima del fischio di inizio, questa volta si gioca a porte aperte. Il vice-presidente biancorosso Fausto Giacchetto fa il punto della situazione in vista di una giornata che può essere storica.

Il dirigente del Canicattì ha espresso le sue considerazioni sul valore del match in un'intervista a Tele Radio Canicattì: "Domani è una partita che potrebbe essere decisiva - ha affermato - la nostra vittoria determinerebbe l’agognata serie D. La partita andrà giocata con tanto entusiasmo, cercando di regalare al pubblico presente oltre la vittoria anche uno spettacolo piacevole per farlo divertire".

Il vice-presidente biancorosso ha poi spiegato che valore assumerebbe questa promozione sempre più vicina: "Il salto di categoria è un obiettivo molto significativo - ha sottolineato - a quando questa società si è costituita abbiamo adottato un motto ‘Con il calcio vince la città’ che racchiude il significato di che cosa possa essere per il Canicattì la Serie D, un campionato interregionale con squadre blasonate che ci porta a relazionarci con altre regioni d’Italia. Può essere uno spunto socio-economico per consentire alla città di Canicattì un rilancio anche da questo punto di vista in un periodo in cui veniamo da difficoltà economiche e dovute alla pandemia".

Giacchetto ha infine parlato dello stato d'animo della squadra, esprimendo gratitudine per quanto fatto sino ad ora: "I giocatori sono sereni e tranquilli - ha concluso - non vedono l’ora di scendere in campo domani per coronare il sogno della promozione in D. Hanno vissuto e vivono con attaccamento tutte le vicende della società, anche meno piacevoli come le difficoltà che abbiamo avuto durante l’anno. Loro hanno sempre fatto quel qualcosa in più per superare i problemi e li ringraziamo per il loro attaccamento"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canicattì contro lo Sciacca all'appuntamento per la storia, Giacchetto: "Domani dobbiamo giocare con entusiasmo"

AgrigentoNotizie è in caricamento