Sabato, 13 Luglio 2024
Calcio / Canicattì

Fenomeno Retegui, il sindaco di Canicattì: "Che orgoglio! Avrà la cittadinanza onoraria"

In nazionale per merito della bisnonna materna che tantissimi anni fa emigrò in Argentina alla ricerca di migliori fortune: l'oriundo guiderà la formazione di Roberto Mancini contro l'Inghilterra nel primo match di qualificazione a Euro2024

La rivoluzione di Roberto Mancini - Ct degli Azzurri  - parte da Mateo Retegui. Il centravanti argentino ma dal doppio passaporto per merito della bisnonna materna.

Se "l'esperimento" Retegui, andrà bene, l'Italia dovrà ringraziare Canicattì. Si, perchè, secondo quanto appreso la signora Di Marco - nonna materna del ragazzo -  emigrò in Argentina per cercare migliori fortune. La donna era originaria di Canicattì. "Siamo felici e orgogliosi - ha detto ai microfoni di AgrigentoNotizie, Vincenzo Corbo - io, come sindaco sono davvero fiero di ciò che sta accadendo. Ho contattato il presidente della Figc regionale, Morgana ed è pronto  - continua Corvo - a mettermi in contatto con il papà del ragazzo". 

Canicattì, in questi giorni, sta vivendo il suo momento di gloria. "Ho pubblicato una notizia sui miei canali social - ha detto Corbo ad AgrigentoNotizie - e nel giro di pochi minuti ha fatto il boom. Più di 65mila visite. Questo per dire che Canicattì - spiega - sta vivendo dei giorni speciali. Ho in programma - continua - di ricevere il ragazzo e di donargli la cittadinanza onoraria. Non capita tutti i giorni che un ragazzo di Canicatti indossi la maglia della nazionale maggiore. Siamo felici, c'è una cittadina pronta a tifare per il nostro campione. La bisnonna del ragazzo non è più in vita, stiamo parlando di tantissimi anni fa. Io ed il mio staff, in poco tempo, abbiamo ricostruito la parentela del giovane Mateo".

Questa sera, Canicattì sarà incollata al televisore per assistere al match degli undici di Mancini contro l'Inghilterra che segnerà il debutto nella fase di qualificazione ad Euro2024. Il centravanti del Tigre, quasi certamente, guiderà il tandem d'attacco. Di lui, gli addetti del calcio che conta, dicono un gran bene. Nel sangue di Retegui scorre sangue canicattinese. Una favola che è pronta a finire nel migliore dei modi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fenomeno Retegui, il sindaco di Canicattì: "Che orgoglio! Avrà la cittadinanza onoraria"
AgrigentoNotizie è in caricamento