rotate-mobile
Calcio

Da Ravanusa in Brianza in nome dello sport: finisce in pareggio la trasferta di "Quelli del venerdì"

Le due associazioni sportive si sono confrontate in un match molto "agguerrito" ma che si è svolto nel massimo rispetto reciproco

Sabato 8 ottobre nel tardo pomeriggio presso lo stadio “Benedetto Citterio” a Lesmo in provincia di Monza e Brianza, si è disputata la partita di calcio "Trofeo dell’amicizia" tra "Quelli del venerdì - Città di Ravanusa" e gli "Amici della Brianza".

L'incontro ha consolidato l'amicizia e la passione calcistica che lega le due associazioni, lontane solo geograficamente. Tra gli spalti non sono mancati i tifosi di entrambe le squadre, in particolare per "Quelli del Venerdì", che sono stati raggiunti da diversi amici di origine ravanusana che abitano nel Nord.

L'incontro è terminato con un pareggio per 1-1. Per la squadra degli “Amici della Brianza” erano presenti nella rosa: Fabio Di Pasquali, Sergio
Caremi, Silvio Cristofalo, Luigi Cavarretta, Matteo Motta, Alessandro Greco, Mattia Fiori, Francesco Bono, Francesco Fragomeni, Giordano Menelao, Massimo Gardini, Stefano Fumagalli, Giulio Giacometti, Ergis Topanxha, Alessandro Colombo-Allenatore.


Invece la rosa dei nomi di “Quelli del Venerdì” era composta da: Giuseppe Formica, Domenico Castronovo, Giuseppe Viola, Lillo Calafato, Totò Brancato, Marco Fumo, Rino Sagona, Carmelo Giannone, Mauro Toccacelli, Giuseppe Zagarrio, Totò Auria, Andrea Veneziano, Totò La Marca, Giovanni Formica, Totò Vivacqua, Antonio Giannini, Leonardo Sagona-Allenatore.

“Abbiamo trascorso tre giorni bellissimi – dichiara Totò La Marca (capitano di Quelli del Venerdì) – durante i quali abbiamo visitato le Città di Milano, Monza e Como in un tour che ci ha permesso di godere le tante meraviglie che il territorio lombardo offre. Una trasferta con l’obbiettivo principale di riabbracciare gli amici brianzoli e condividere questo rapporto culturale e sportivo nato attraverso la passione del calcio. Una esperienza davvero unica – continua La Marca – che rimarrà scolpita in ognuno di noi, che ci ha permesso di crescere nei rapporti personali e di unire ancor di più nella fraterna amicizia queste realtà associative, distanti in termini di km ma vicini in termini di affetto e reciproca stima. Siamo davvero orgogliosi per quanto di bello creato, ed è questo il miglior
risultato che portiamo a casa, così come gli Amici della Brianza. Infine è stata grande la gioia e l’emozione di aver rivisto anche tanti cittadini Ravanusani che vivono nel nord-Itala che per l’occasione sono venuti per noi a sostenerci dagli spalti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Ravanusa in Brianza in nome dello sport: finisce in pareggio la trasferta di "Quelli del venerdì"

AgrigentoNotizie è in caricamento