rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Calcio

Licata, sconfitta per 3-1 nel recupero con la Polisportiva Santa Maria Cilento: succede tutto nel secondo tempo

I gialloblu si fermano dopo la brillante vittoria ottenuta domenica scorsa contro il Castrovillari. La gara è piuttosto equilibrata nella prima frazione di gioco, poi nella ripresa stanchezza e confusione subentrano e la formazione di Romano cede di fronte ai campani. Sotto di due gol, Asata, aveva accorciato le distanze a dieci minuti dalla fine. A pochi secondi dal novantesimo, però, i padroni di casa hanno calato il tris

Dopo diversi risultati utili, la striscia positiva del Licata si interrompe in Campania. Il recupero della quattordicesima giornata di campionato tra Polisportiva Santa Maria Cilento e i gialloblu viene vinto al Carrano dai salernitani. I padroni di casa si sono imposti per 3-1, al termine di novanta minuti nei quali la formazione di Romano non è riuscita ad esprimersi col solito smalto. Probabilmente la stanchezza della precedente partita, a Castrovillari, e alcune assenze hanno pesato nell'equilibrio dei novanta minuti. 

Romano schiera i suoi con il 3-5-2, con Valenti in porta; Vitolo, Calaiò e Orlando a comporre il trio difensivo; Pino, Mudasiru, Frisenna, Rotulo e Cusati a centrocampo; Saito e Minacori la coppia di attacco.I padroni di casa, guidati in panchina da Di Gaetano, rispondono con un 4-4-2: Grieco in porta; Ferrante, Campanella, Diop e Ferrigno nella linea a quattro; Mancini, Maio, Ventura e Catalano a centrocampo; Tandara e Johnson in attacco.

Il primo tempo è abbastanza bloccato, le emozioni stentano ad arrivare: le squadre si studiano parecchio e tendono ad evitare qualsiasi tipo di rischio. Le manovre sono lente e compassate, poche le occasioni create da una parte e dall'altra. Nella ripresa, però, i giallorossi entrano in campo con maggiore convinzione. Al 49' Catalano firma un gioiello su punizione, sbloccando così il match: pallone che si insacca nel sette, non lasciando scampo a Valenti. 

I gialloblu accusano il colpo e si disuniscono un po', probabilmente anche a causa delle fatiche di domenica scorsa a Castrovillari. Al 58', su una ripartenza in contropiede a campo aperto, Tandara lascia sul posto l'avversario e batte per la seconda volta Valenti. Bel gol siglato dallo squalo, così come viene soprannominato dai tifosi campani: anche in questo caso la difesa gialloblu è apparsa in ritardo. 

Dopo il doppio vantaggio i padroni di casa gestiscono possesso e cronometro, Romano cerca invece nuove soluzioni per dare verve ad una manovra un po' spenta. Entra in campo Outtara, al posto di Mudasiru. Al 78' il Licata riapre il match: è il diciottenne nigeriano Asata, da poco in forza al Licata, a segnare il gol che accorcia le distanze. 

La squadra di Romano si ricompatta, cercando l'assalto al pareggio nelle battute finali. Al minuto 89, però, un tiro cross velenoso di Ielo coglie impreparato Valenti e il Santa Maria firma così il tris. 

Il Licata resta, dunque, a quota 29 punti in classifica: adesso i gialloblu intensificheranno la preparazione in vista del match contro la Vibonese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licata, sconfitta per 3-1 nel recupero con la Polisportiva Santa Maria Cilento: succede tutto nel secondo tempo

AgrigentoNotizie è in caricamento