rotate-mobile
Calcio

Licata-Canicattì, i biancorossi vincono ai calci di rigore: la squadra di Pidatella al turno successivo di Coppa

Dopo lo 0-0 maturato dopo il novantesimo, è il Canicattì a vincere 3-2 dagli undici metri: decisivi per la formazione di Pippo Romano gli errori di Minacori, Haberkon e Murgia. Più precisi, invece, i rigoristi della formazione ospite

Il derby di Coppa Italia tra Licata e Canicattì viene vinto dai biancorossi: nel primo turno della competizione, è la squadra di Pidatella ad esultare dopo i calci di rigore. La sfida è terminata 3-2 per il Canicattì, dopo lo 0-0 maturato nei novanta minuti regolamentari. 

Decisivi per la squadra di Pippo Romano gli errori di Minacori, Haberkon e Murgia: Scuffia ha parato le esecuzioni di Minacori e Murgia, mentre Haberkon ha calciato fuori. 

Match equilibrato al Saraceno di Ravanusa, entrambe le squadre hanno provato a vincere nei novanta minuti di gioco. I biancorossi sono partiti subito forte, con una chance al 4': Bonilla a tu per tu con Valenti, in solitaria, si fa ipnotizzare dal portiere avversario. Al 20' ci prova ancora il Canicattì, questa volta sugli sviluppi di un corner: è Tempesta a calciare in porta con il destro, con Valenti che si distende e manda la sfera in calcio d’angolo.

Sei minuti dopo altra iniziativa dei ragazzi di Pidatella: cross con il contagiri di capitanTedesco, incornata di Meneses che vola più in alto di tutti ma trova un insuperabile Valenti. Poco prima della fine del primo tempo altro tentativo per il Canicattì, con una conclusione potente di Tempesta. Si va al riposo sul parziale di 0-0. 

Ad inizio ripresa la prima vera occasione per il Licata: ci prova Pedalino da fuori area con un’ottima conclusione che sfiora la traversa. Al 62' è sempre Valenti a strozzare l’urlo di gioia dei biancorossi: ci prova ancora Tempesta con una conclusione potente e precisa, ma il numero uno gialloblù vola e salva i suoi compagni.

Nei minuti di recupero importante chance per il Licata: tentativo di Saito a botta sicura, ma trova di fronte c'è Scuffia con la mano di richiamo che si supera e salva il risultato. Si va, dunque, ai calci di rigore.

Iniziano i gialloblù la sequenza con Minacori, la cui conclusione viene parata da Scuffia. Diaz segna e porta in vantaggio il Canicattì, quindi Haberkon calcia fuori ma Bonilla impatta sulla traversa. Francia segna per il Licata, così come Tempesta. Saito alimenta le speranze gialloblù ma D'Onofrio non sbaglia. Le chances di recupero della squadra di Pippo Romano terminano con l'esecuzione di Murgia: altra parata di Scuffia e Canicattì che passa il turno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licata-Canicattì, i biancorossi vincono ai calci di rigore: la squadra di Pidatella al turno successivo di Coppa

AgrigentoNotizie è in caricamento