rotate-mobile
Calcio

Lo Sciacca espugna Casteltermini e vola in classifica, Crivello: "Bravi a reggere la loro pressione iniziale"

Grazie alla doppietta di Santangelo i neroverdi vincono 2-1, salutano la zona play-out e si avvicinano a quella play-off. Il tecnico: "Siamo partiti per salvarci, se verrà qualcosa in più tanto di guadagnato"

Un successo di importanza capitale per lo Sciacca che al Lombardo di Casteltermini vince il derby agrigentino contro i granata per 2-1. I neroverdi sono passati in vantaggio al 30’ con Santangelo, mattatore del match, che insacca di testa su un cross di Messina. Nella ripresa lo Sciacca raddoppia sempre con Santangelo che finalizza in contropiede con un preciso diagonale. I granata nel finale di gara provano a tornare in partita e riescono ad accorciare le distanze con il gol di Agnello, senza però riuscire a riacciuffare i neroverdi. In virtù di questo risultato lo Sciacca sale a quota 36 punti: la zona play-out dista 7 punti e il penultimo posto 25, quindi ormai la salvezza è un dato di fatto e la zona play-off, distante soli quattro punti, non necessariamente un’utopia.

Il tecnico dei neroverdi Salvatore Crivello ha analizzato la storia della partita esprimendo le sue considerazioni sul match: “Il nostro obiettivo era la salvezza -afferma ad AgrigentoNotizie - e credo che siamo sulla buona strada, finché non ho la certezza matematica guardo sempre con attenzione la classifica. Siamo una squadra operaia con elementi tecnici che ci danno la qualità che serve per fare bene. Abbiamo giocato sempre a viso aperto e anche oggi sapevamo di incontrare una squadra stimolata perché deve fare punti per salvarsi o quantomeno arrivare ai play-out in modo agevole, con un grande tecnico come Pino La Bianca. L’abbiamo preparata bene in settimana -prosegue - siamo stati bravi specie all’inizio a reggere la loro pressione iniziale che ci hanno messo avendo motivazioni alte e buona condizione atletica. Abbiamo rischiato su un calcio d’angolo, sul quale Gulino ha salvato sulla riga. Poi siamo venuti fuori giocando a calcio, costruendo tanto e segnando. Nella seconda frazione di gioco siamo entrati in campo molto motivati e in vantaggio di un gol, loro si sono scoperti cercando di pareggiare e noi abbiamo sfruttato un contropiede segnando con Santangelo il 2-0. Abbiamo avuto altre due occasioni e poi nel finale, un po’ affaticati abbiamo sbagliato una chiusura in fase difensiva beccando il gol. È stata comunque una partita corretta e bella -dice a conclusione della disamina - abbiamo ben giocato anche sotto il profilo del palleggio uscendo sempre da dietro perché il campo lo permetteva. Faccio i complimenti alla società del Casteltermini per l’accoglienza e ai tifosi granata che ringrazio per averci hanno applaudito a fine gara”.

In merito alla possibilità da parte dello Sciacca di giocarsi qualcosa di importante in questo finale di stagione l’allenatore dello Sciacca apre ma con cautela: “I nostri obiettivi -conclude -potrebbero diventare altri: quello che arriverà sarà tutto di guadagnato. Siamo partiti per salvarci e credo che il mio compito sia arrivando al termine, raggiunto l’obiettivo quel che viene è in più e fa piacere a me come alla società"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo Sciacca espugna Casteltermini e vola in classifica, Crivello: "Bravi a reggere la loro pressione iniziale"

AgrigentoNotizie è in caricamento