rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Calcio

Canicattì, il bilancio del vicepresidente Giacchetto: "La salvezza non era facile, adesso però serve lo stadio"

Le dichiarazioni del dirigente biancorosso sulla stagione appena conclusasi: il bilancio è certamente positivo ma, secondo il dirigente, nella prossima stagione servirà avere una casa in città

Il vicepresidente del Canicattì, Faustino Giacchetto, ha rilasciato una lunga intervista ai canali ufficiali della società biancorossa. Il dirigente ha tracciato un bilancio della stagione vissuta dal club, che ha ottenuto una fondamentale salvezza. La permanenza nella categoria, infatti, non era affatto scontata e gli uomini di Pidatella l'hanno raggiunta anche in anticipo rispetto all'ultimo turno di campionato.

"L'obiettivo fondamentale era la salvezza, tornavamo in D dopo diversi anni: non solo abbiamo centrato il risultato ma devo dire che abbiamo offerto anche un buon calcio. Il campionato è stato complicato - ha dichiarato Giacchetto - la nostra programmazione è stata importante: lo staff, globalmente inteso, ha lavorato per il mantenimento della categoria. Cerchiamo sempre di migliorarci, la salvezza di questa stagione rappresenta un altro step nel nostro processo di crescita. Il miglioramento non ha mai fine, dobbiamo sempre ambire a risultati sempre più importanti. Come società dobbiamo favorire in squadra l'inserimento di quanti più giovani possibile: a prescindere dalla regola dei 4 under, vogliamo sempre vedere in campo ragazzi del nostro settore giovanile. Abbiamo un vivaio che sta crescendo, fatto di ragazzi disponibili e che amano allenarsi: diversi hanno esordito in prima squadra in questo campionato. Questa salvezza è la vittoria di un altro campionato, per tutte le difficoltà che la stagione presentava: ci siamo confrontati con grandi squadre, come il Trapani, il Catania, il Lamezia. Seppur con alcune difficoltà iniziali poi siamo riusciti a venire fuori dalle criticità, ottenendo prestazioni di livello. Dalla prestazione, poi, sono arrivati i risultati. Ci siamo tirati fuori dalla lotta playout, anche se devo dire che non siamo mai stati davvero dentro le zone caldissime della classifica. La nostra media punti ci soddisfa, nel girone di ritorno abbiamo viaggiato con una media da playoff. Questo denota, certamente, la qualità del nostro gioco. Ringrazio anche il tecnico che ha iniziato la stagione, Lillo Bonfatto, ma dovevamo cambiare in quel momento della stagione: con la nuova guida tecnica i ragazzi sono riusciti ad invertire la rotta. Ringrazio Pidatella e il suo staff, hanno fatto un lavoro straordinario. Un team che ha lavorato per il team, i risultati ci rendono orgogliosi. Adesso, però, attendiamo una risposta dall'amministrazione comunale: la mancanza di una struttura nostra ci pone in difficoltà. Già quest'anno abbiamo visto cosa significa non avere la possibilità di avere un campo nostro. Per una programmazione futura e per migliorarci ulteriormente abbiamo bisogno di una struttura nostra: speriamo di averla nella città di Canicattì. Confidiamo nell'amministrazione comunale, alla quale abbiamo già inoltrato le nostre richieste: abbiamo il diritto di giocare in città le partite casalinghe del nostro campionato". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canicattì, il bilancio del vicepresidente Giacchetto: "La salvezza non era facile, adesso però serve lo stadio"

AgrigentoNotizie è in caricamento