rotate-mobile
Calcio

Canicattì con l'Akragas per avvicinarsi ancora alla D, Gueye: "Partita difficile ma ci siamo preparati bene"

Il centravanti francese: "La sconfitta dell'andata ci ha caricato, i tifosi ci sono sempre stati vicini e vogliamo regalargli una gioia"

Dopo la vittoria contro la Parmonval il Canicattì si appresta ad affrontare l'Akragas nel derby d'alta quota in programma domani pomeriggio al Saraceno di Ravanusa, dove si giocherà a porte aperte. In caso di vittoria i racinari si porterebbero a 11 punti di vantaggio a quattro partite dal termine (che nel loro caso sono cinque visto il match da recuperare contro la Mazarese) ipotecando di fatto la Serie D. Per la squadra di Lillo Bonfatto è anche l'occasione per prendersi una rivincita dopo il derby d'andata, quando il campionato era ancora in bilico, vinto dall'Akragas per 2-0 tra le proteste biancorosse per l'espulsione di Raimondi, in quella che ad oggi è l'ultima sconfitta del Canicattì.

L'attaccante biancorosso David Gueye, a segno sabato scorso, ha espresso le sue considerazioni sul match tornando anche sulla sfida di un girone fa: "Sarà una partita difficile contro una squadra forte che si è ripresa nel girone di ritorno con il cambio di allenatore. Per noi sarà un’altra partita importante come le altre, sappiamo che è un derby importante, l’obiettivo è fare i tre punti. La gara d’andata ci ha caricati, abbiamo visto come abbiamo perso col rosso su Raimondi che non c’era, lasciandoci in difficoltà e in dieci. Domani ci aspetta una partita ancora più difficile ma siamo preparati per arrivarci al meglio".

La punta franco-senegalese nel parlare del suo rendimento personale ha espresso parole d'elogio per i tifosi racinari, che domani potranno seguire la squadra dentro "lo stadio di casa": "Per me la cosa importante è che vinca il Canicattì - ha concluso - che segno io o un altro non importa, poi noi attaccanti viviamo di questo ma noi siamo una squadra compatta, speriamo di ripeterci e vincere. Il pubblico c’è sempre stato, domani sarà aperto lo stadio e quindi saranno dentro, ma nonostante le partite chiuse ci sono sempre stati vicini, domani li aspettiamo e speriamo che sia un grande giorno di festa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canicattì con l'Akragas per avvicinarsi ancora alla D, Gueye: "Partita difficile ma ci siamo preparati bene"

AgrigentoNotizie è in caricamento