Domenica, 19 Settembre 2021
Calcio

Kamarat, parla il dg Mangiapane: "Campionato difficile, puntiamo alla salvezza"

Il dirigente del club cammaratese ha spiegato che la pandemia ha complicato le cose anche per la valorizzazione dei giovani: "Quest'anno non siamo riusciti a organizzare come sempre il nostro stage"

Vincenzo Mangiapane, direttore generale del Kamarat

Rappresentante, assieme al Raffadali, del territorio agrigentino nel girone A di Promozione il Kamarat si appresta ad iniziare il campionato con un organico giovane e rinnovato. Il direttore generale del club cammaratese Vincenzo Mangiapane analizza le prospettive della squadra in vista della prima partita stagionale, in programma domenica.

In merito al girone Mangiapane presenta il campionato come ostico individuando i nomi delle squadre candidate al bersaglio grosso: “Sarà un campionato tosto - afferma Mangiapane ad Agrigento Notizie - ci sono squadre che possono giocare tranquillamente in Eccellenza: mi riferisco a Gangi, Resuttana, Casteldaccia, Alcamo e anche la Folgore Castelvetrano contro cui giocheremo alla prima giornata. Non sarà assolutamente una competizione facile.

Il direttore generale del Kamarat ha poi spiegato la strategia di mercato e gli obiettivi stagionali del club: “Abbiamo confermato – prosegue - alcuni elementi dell’anno scorso come Zabbia, Panepinto, che deve ancora rientrare, Muratore, Adama, Ebrima e Salvo Felice. Per il resto abbiamo puntato sulla linea verde: una squadra giovane con tanti ragazzi dal 2001 al 2003. Il nostro obiettivo è quello di salvarci e cercare di lanciare e valorizzare i nostri giovani”.

A chiusura dell’intervista Mangiapane ha parlato proprio della valorizzazione degli under spiegando come la pandemia abbia complicato le cose persino su questo fronte: “Per noi -conclude il direttore generale - valorizzare i nostri giovani è fondamentale: non a caso abbiamo vinto il premio federale come squadra che più ne ha impiegati in competizione ufficiale. Purtroppo adesso però la situazione si è complicata con il Covid. Con la pandemia adesso è complicato trovare dei giovani: in una realtà di 5000 abitanti come Cammarata è ancora più difficile. Noi in estate organizzavamo degli stage già da meta luglio al quale partecipavano anche ragazzi provenienti da fuori: quest’anno sia per la pandemia che per altre ragioni non siamo riuscito a farlo e questo complica parecchio la situazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kamarat, parla il dg Mangiapane: "Campionato difficile, puntiamo alla salvezza"

AgrigentoNotizie è in caricamento