rotate-mobile
Calcio

Akragas, il sogno si è avverato! Missione compiuta, è serie D

Biancazzurri meritatamente promossi nel campionato Dilettanti, dopo una stagione quasi impeccabile. La formazione di Terranova ha battuto 2-0 il Resuttana San Lorenzo, grazie alle reti di Barrera e Garufo su calcio di rigore

Il sogno si è avverato: l’Akragas è in serie D! La formazione di Nicolò Terranova batte 2-0 all’Esseneto il Resuttana San Lorenzo e chiude in bellezza la propria stagione: segnano Barrera e Garufo su rigore, al termine di novanta minuti nei quali i biancazzurri sono apparsi padroni della partita. Gli ospiti sono stati pericolosi solamente in due circostanze, con Maniscalchi, ma Elezaj è stato sempre attento e puntuale.

Il Gigante è entrato in campo con grandissima convinzione e grinta, spinto da un pubblico strepitoso: cinquemila cuori biancazzurri a sostenere la squadra del patron Deni. Sin dalle battute iniziali della gara l’Akragas ha provato ad imporre il proprio gioco con qualità, rischiando veramente poco. I nerorosa sono stati attenti a coprire gli spazi ma in alcune circostanze hanno avuto difficoltà nel fronteggiare la manovra offensiva biancazzurra.

Akragas-Resuttana San Lorenzo, LIVE: Barrera al 22' e Garufo al 73' su rigore trasformano il sogno il realtà

Il sogno della serie D per l'Akragas passa dal Resuttana San Lorenzo

L’Esseneto ha un primo sussulto al 15’: Garufo prova con un diagonale a sorprendere Compagno ma il portiere palermitano nega la gioia del gol all’esperto capitano. Ma la gioia e il boato vengono rimandati soltanto di sette minuti: Barrera, portatosi in avanti dopo una rimessa laterale lunga, raccoglie una corta respinta della difesa palermitana e con un bel destro trafigge Compagno. Conclusione deviata da Punzi ma la sostanza non cambia: l’Akragas è in vantaggio, con merito.

Alla mezz’ora il Resuttana San Lorenzo batte un colpo: Maniscalchi ha una chance da dentro l'area ma il tiro del giocatore nerorosa termina alto sopra la traversa.

Il primo tempo termina sul parziale di 1-0 in favore del Gigante.

Nella ripresa il leitmotiv del match non cambia: fraseggio e possesso palla costantemente in mano ai padroni di casa, nerorosa che provano con ripartenze a pungere. Semenzin e Mansour sono molto attivi sulle corsie e cercano di creare pericoli alla difesa ospite. Al 73’ il direttore di gara fischia calcio di rigore in favore dei biancazzurri:; Garufo viene toccato in area da Punzi e si procura la massima punizione. Dal dischetto l’esperto centrocampista non tradisce e fa esplodere in un urlo liberatorio l’Esseneto.

Nei minuti finali una timida reazione abbozzata dalla squadra ospite, che non riesce però a produrre nitide occasioni da gol.

Dopo sei minuti di recupero, in virtù di una lunga interruzione per un problema alla rete della porta del Resuttana San Lorenzo, l'arbitro fischia tre volte: è pandemonio all'Esseneto, il Gigante torna in serie D. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Akragas, il sogno si è avverato! Missione compiuta, è serie D

AgrigentoNotizie è in caricamento