rotate-mobile
Calcio

Verso Akragas-Marsala, Terranova: “Da oggi tutti gli allenamenti a porte aperte, ogni gara sarà una finale”

I biancazzurri hanno ultimato la preparazione con la rifinitura. Il nuovo tecnico apre i cancelli: "Vogliamo sentire sempre il calore dei tifosi". Sulla partita: "Loro venderanno cara la pelle, l'approccio alla gara sarà fondamentale"

Dopo il pareggio contro l'Oratorio San Ciro e Giorgio l'Akragas si appresta a tornare in campo per la diciannovesima giornata del girone A di Eccellenza contro il Dolce Onorio Marsala, penultima compagine del campionato. La partita segna il debutto sulla panchina biancazzurra di mister Nicola Terranova che quest'oggi ha diretto la rifinitura. Una rifinitura che, su indicazione del tecnico si è svolta a porte aperte: "Noi faremo tutti gli allenamenti a porte aperte - ha affermato Terranova - vogliamo sempre sentire il calore dei tifosi".

L'allenatore dell'Akragas sui canali ufficiali della società ha fissato gli obiettivi in vista dell'impegno di domani: "Portare a casa i tre punti -ha affermato - e fare una prestazione degna della maglia, della città, dei tifosi. Per noi non esistono partite facili: concettualmente le partite diventano facili solo alla fine, quando si vince. Abbiamo lavorato bene tutta la settimana, ho visto i ragazzi molto disponibili e senza la loro disponibilità sarebbe difficile preparare una partita come quella di domani".

In merito all'avversario il tecnico si è così espresso: "Mi aspetto una squadra giovane -ha spiegato -ma che nella precedente trasferta ha rifilato quattro gol ad una squadra che sta lottando per i play-off come la Mazarese. Venderanno cara la pelle ma noi dovremo essere bravi ad approcciare bene la gara e sfruttare le situazioni di campo. Dobbiamo essere bravi a ricercare sempre la prestazione".

Il tecnico si è poi espresso su quelli che sono gli obiettivi personali, parlando dell'importanza delle ambizioni condivise: "Gli obiettivi personali sono tanti -ha detto - ma quello che conta l’obiettivo dell’Akragas, che deve essere unico e di tutti. Ho accettato senza ombra di dubbio questa sfida, le sfide mi piacciono e quando chiama l’Akragas non guardi la categoria. Ai ragazzi ho detto di pensare solo a noi stessi e di giocare ogni gara come se fosse una finale: poi alla fine tireremo le somme. Potrebbe non bastare vincerle tutte, dobbiamo essere onesti: ci sono due squadre nei primi due posti che hanno fino ad ora meritato il loro piazzamento".

Terranova infine ha parlato della squadra a sua disposizione: "Questa squadra ha tanta qualità con giovani importanti - ha concluso - che hanno bisogno di fiducia, dei tifosi e di essere tranquilli nella mente per rendere al massimo. Questo è stato un mercato difficile, relativamente aperto perché poi deve esserci la disponibilità di chi cede: sono però contento dei giocatori che abbiamo preso, la società mi sta accontentando in tutto".

Anche il capitano della squadra Alfonso Cipolla è intervenuto facendo il punto della situazione sulla squadra alla vigilia del battesimo sul campo di questo nuovo corso: "La squadra sta bene, ci siamo allenati bene - ha spiegato - è arrivato un nuovo mister, stiamo cercando di assimilare il più velocemente possibile le sue idee, ci vorrà del tempo ma sono fiducioso. Sapevamo che doveva arrivare qualcuno, i nuovi si stanno ambientando in fretta, adesso c’è il nuovo mister, stiamo cercando di lavorare tutti insieme per conoscerci il prima possibile e cercare di incamerare quello che chiede per riportarlo in campo. Rimonta sul Canicattì? Tutto è possibile, noi pensiamo però partita dopo partita, sappiamo che sarà dura ma intanto pensiamo al Marsala e poi alla partita successiva. A fine campionato tireremo le nostre somme"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso Akragas-Marsala, Terranova: “Da oggi tutti gli allenamenti a porte aperte, ogni gara sarà una finale”

AgrigentoNotizie è in caricamento