rotate-mobile
Calcio

Akragas al lavoro in vista della sfida contro l'Isernia, Terranova: "Loro al nostro livello, serve la giusta mentalità"

Il tecnico biancazzurro sulla doppia sfida: "Dobbiamo ragionare sui 180 minuti, il pubblico sarà il giocatore decisivo"

Continua la preparazione dell’Akragas in vista della sfida d’andata contro l’Isernia, prima tappa del percorso che porta alla Serie D. La squadra si è allenata all’Esseneto agli ordini di mister Terranova e sta lavorando a ritmi spediti in vista dell’incontro in programma domenica alle 16,30. In città cresce l’entusiasmo in vista di questa partita e si attende un grande afflusso di tifosi allo stadio. Per quanto riguarda la visione del match l’Akragas ha reso noto che l’iniziativa di trasmissione in streaming a pagamento per i tifosi fuori sede è stata annullata per il diniego espresso dalla Lega nazionale dilettanti su questa modalità attraverso una circolare.

Tornando al versante tecnico, l’allenatore biancazzurro Nicola Terranova ha espresso le sue considerazioni sull’avversario sui canali ufficiali del club: “L’Isernia è una squadra di livello - ha spiegato - costruita per vincere il campionato. A dicembre hanno cambiato tanto, hanno preso giocatori importanti e l’allenatore, non sono riusciti a vincere il campionato ma li ho visti da vicino: è una squadra costruita per fare bene e che, come l’Akragas, ha un blasone e dei precedenti nei professionisti. Sarà un avversario tosto e di valore: si affrontano due squadre di livello. Al di là del livello dei campionati conta solo il livello della squadra”.

Il tecnico mazarese spiega cosa sarà importante fare per passare il turno: “Non dovremo avere frenesia - ha sottolineato - bisogna guardare la sfida nell’ottica dei 180’ di gioco: dobbiamo ottimizzare la gara d’andata grazie al nostro stato fisico e al nostro pubblico. Da squadra intelligente che siamo dobbiamo capire che la sfida si chiuderà al ritorno. Ho detto alla squadra che deve essere una settimana normale, dobbiamo fare quello che abbiamo fatto durante l’anno senza cambiare nulla: l’importanza della gara la conosciamo tutti, dobbiamo preparare con serenità questa partita e affrontarla con la giusta mentalità, dobbiamo applicarci ancora di più rispetto alla gara precedente anche se la squadra mi ha dato soddisfazioni sotto il profilo dell’applicazione”.

In chiusura il tecnico ha parlato della condizione della squadra e dell’importanza dei tifosi: “Stiamo bene - ha concluso - non aspettiamo altro che affrontare questa competizione che ci può permettere di riportare l’Akragas dove merita, almeno a livello semiprofessionistico. Las quadra è in fiducia e sa che si sta giocando una porzione importante di presente e futuro. I tifosi saranno più che un’arma il giocatore decisivo per il passaggio del turno. So che avremo un grande pubblico qui come nella gara di ritorno”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Akragas al lavoro in vista della sfida contro l'Isernia, Terranova: "Loro al nostro livello, serve la giusta mentalità"

AgrigentoNotizie è in caricamento