rotate-mobile
Calcio

Akragas, il vicepresidente Callari è chiaro: "Da ora in poi vietato pareggiare, dobbiamo solamente vincere"

Ieri, alla ripresa degli allenamenti, la società ha incontrato staff e calciatori per un colloquio post finale. La partita contro la Nuova Igea Virtus è stata senza storia e mai, sinora, i biancazzurri avevano registrato un simile passaggio a vuoto. Il vicepresidente ha rincuorato i calciatori, esortandoli a reagire già da domenica, nella gara di campionato contro la Nissa

Ieri pomeriggio, alla ripresa degli allenamenti in casa Akragas, c'è stato un faccia a faccia tra la Società e la squadra, dopo la sconfitta e la brutta prestazione contro la Nuova Igea Virtus nella finale di Coppa Italia di Eccellenza.

Il vice presidente Carmelo Callari ha poi rilasciato una lunga intervista all'ufficio stampa, per lanciare anche un monito ai biancoazzurri: "Da adesso in poi non dobbiamo nemmeno pareggiare, solo vincere. La finale è stata una partita negativa, non c'è stato nulla da salvare. Nemmeno i calciatori si spiegano cosa sia successo, è un episodio isolato. Andiamo avanti sempre più carichi, abbiamo resettato e dobbiamo mentalizzarci solo sul campionato. Forse i ragazzi hanno sentito troppo la finale, l'emozione ha giocato un brutto scherzo. Ai tifosi non posso che dire di restare equilibrati nei giudizi - ha dichiarato il vicepresidente - i giocatori hanno solamente sbagliato una partita. Sono e rimangono dei grandi calciatori, lo dimostreranno già dalla prossima gara. Noi tenevamo particolarmente alla Coppa, sono sincero: ma il calcio è questo, la partita è andata male e dobbiamo voltare pagina. Domenica avremo questo derby in trasferta contro la Nissa, dimostriamo chi siamo. Da ora in poi è vietato pareggiare, si deve solamente vincere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Akragas, il vicepresidente Callari è chiaro: "Da ora in poi vietato pareggiare, dobbiamo solamente vincere"

AgrigentoNotizie è in caricamento