Lunedì, 22 Luglio 2024
Calcio

Akragas, il punto in casa biancazzurra del patron Deni: “Sinora il bilancio è positivo”

Il numero uno akragantino ha annunciato l'ingresso in società di un gruppo valido di imprenditori da tempo nel mondo del calcio, che acquisirà il 15% delle quote: il gruppo fa capo a Massimo Ferraro. Deni, poi, rinnova la richiesta di collaborazione all'amministrazione comunale

Questo pomeriggio, presso lo stadio Esseneto di Agrigento, il patron dell'Akragas, Giuseppe Deni, è intervenuto in conferenza stampa per fare un primo bilancio dell'avvio di stagione in casa biancazzurra. Deni ha affrontato diverse tematiche: dal dialogo costante con l'amministrazione comunale alla campagna acquisti attuata; dal tesseramento di Morimoto ai suoi sogni per il Gigante. Inoltre, Deni ha annunciato l'ingresso in società di un gruppo imprenditoriale, che fa capo a Massimo Ferraro, che acquisirà il 15% delle quote societarie. Il patron ha chiarito anche l'obiettivo per questa stagione: si cercherà l'ingresso nei playoff.

"Abbiamo sempre detto, con lealtà, che in questa stagione non siamo pronti per la promozione in Lega Pro - ha esordito Deni - e credo che questo vada sottolineato ulteriormente. Nonostante ciò sono arrivati nomi importanti, la campagna acquisti è stata efficace. Abbiamo subito diversi infortuni, soprattutto a causa del terreno di gioco che è ai limiti della praticabilità: la rosa strutturata ha perso qualcosa in virtù di queste assenze. Il bilancio sinora è certamente positivo e soddisfacente, sia in campionato che in Coppa Italia. Siamo nella fase finale del tesseramento di Morimoto, oggi il calciatore è partito per Tokyo per farsi rilasciare il permesso di soggiorno: tornando ad Agrigento sarà finalmente a disposizione. Oggi consegniamo alla tifoseria di questa città una squadra di livello, adesso la piazza è tornata ai fasti di un tempo: da quando ci siamo noi l’appeal del club è aumentato molto, questo ci rende molto orgogliosi. Abbiamo ridato dignità calcistica ad una società che merita questo ed altro. Siamo anche onesti, non siamo da playout ma tenteremo di fare i playoff: questo lo sottolineo vista la campagna acquisti effettuata".

Il patron biancazzurro si sofferma poi sul dialogo con l'amministrazione comunale, rammentando come la società sia fortemente impegnata nel sociale: "Stiamo cercando di continuare a dialogare con l’amministrazione comunale - ha detto Deni - il nuovo assessore insediatosi a maggio 2023 ha dato segnali tangibili alla società. Qualcosa di visibile si è già notato. Noi abbiamo però bisogno di forti interventi strutturali, soprattutto sul terreno di gioco: lo dobbiamo ai nostri tesserati, su questo campo la percentuale di infortuni aumenta notevolmente. Il Sindaco sa che la squadra di calcio è il fiore all’occhiello di una piazza, è importante prendere consapevolezza di questo. Voglio lanciare un monito nei confronti dell’amministrazione comunale, visto che come Akragas siamo fortemente impegnati nel sociale. Da ultimo abbiamo cercato di essere a servizio dei meno fortunati, con iniziative mirate: un impegno altamente sociale che l’Akragas ha assunto con responsabilità. La nostra società porta avanti un progetto di inclusione, che abbraccia moltissime categorie. Vogliamo far vivere un sogno ai ragazzini, per allontanarli dalle tentazioni negative che la nostra società, purtroppo, può presentare. Chiedo quindi all’amministrazione comunale di starci ancora più vicino - ha precisato Deni - visto che la nostra società vuol togliere dalla strada i ragazzi meno fortunati".

Chiusura dedicata alla notizia che in molti attendevano, relativa all'ingresso in società di un gruppo di imprenditori che investirà sul progetto biancazzurro. Il gruppo fa capo a Massimo Ferraro e acquisirà il 15% delle quote: "Ieri ho avuto un incontro con un gruppo di persone valide, importanti, presenti da tanti anni nel mondo del calcio che acquisiranno il 15% dell’Akragas. Il gruppo fa capo a Massimo Ferraro e lo annuncio con grande contentezza: è un gruppo di persone perbene che tanto potrà dare all’Akragas. Io ho un sogno: tra qualche anno potrò anche lasciare ma vorrei vedere questa società come frontman di qualcosa di importante. Dobbiamo creare un vero e proprio brand commerciale, da portare in giro nel mondo. Chiedo, in conclusione, ai tifosi di starci vicino: siamo persone perbene e competenti, meritiamo fiducia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Akragas, il punto in casa biancazzurra del patron Deni: “Sinora il bilancio è positivo”
AgrigentoNotizie è in caricamento