rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Calcio

Akragas, Deni: “Il comune sta cercando di accelerare l’iter per l’Esseneto, premio alla squadra se andiamo in Serie D”

Il presidente biancazzurro in conferenza stampa ha fatto il punto della situazione, affrontando diversi temi, dalle prospettive societarie, alla recente polemica con mister Anastasi, annunciando anche un premio alla squadra in caso di promozione in D

A una settimana dalla sfida d’andata della semifinale nazionale dei playoff il presidente dell’Akragas Giuseppe Deni nella conferenza stampa indetta dalla società (alla presenza anche del ds Cammarata e del dg Rosato) ha fatto il punto della situazione sulle prospettive della società rispondendo anche in merito alle dichiarazioni rilasciate da mister Anastasi in un’intervista in merito alla sua esperienza in biancazzurro.

In merito ai lavori necessari da fare all’Esseneto, una questione quanto mai nevralgica nel nuovo corso iniziato la scorsa estate, Deni ha spiegato che si registrano progressi con il comune, sottolineando l’unità di intenti: “Quando mi insediai dissi che dovevamo creare una sintesi tra le varie componenti che potevano fare un progetto calcistico importante - ha affermato - ovvero la società, che inizialmente aveva delle difficoltà legate alla stagione passata, l'amministrazione comunale e la tifoseria. Oggi sono lieto di poter dire che le componenti, anche se con qualcuno in ritardo, hanno trovato questa sintesi per sognare il progetto calcistico che l'Akragas e Agrigento merita. Ringrazio la tifoseria, encomiabile, che ci ha fatto sognare per l'affetto che ci ha dimostrato in campo e fuori. L'amministrazione comunale, pur con qualche difficoltà, posto che i tempi della politica non sono quelli dell'imprenditoria quindi i ritardi sono comprensibili, sta cercando di velocizzare i percorsi per rifare l'Esseneto e mettercelo a disposizione per disputare quei campionati che l'Akragas secondo me è destinato a disputare”.

Deni ha poi puntualizzato in merito alle parole di Anastasi: “Faccio una precisazione, nei giorni scorsi ha rilasciato un'intervista - ha spiegato - in cui il giornalista alludeva al fatto che lui potesse aver allenato l'Akragas o altre squadre tramite l'apporto di sponsor. Questo lo devo smentire almeno per quel che riguarda l’Akragas, Anastasi è venuto qui in quanto allenatore vincente e stimato e noi lo abbiamo contrattualizzato come allenatore e non abbiamo avuto segnalate o fatte sponsorizzazioni di nessun tipo”.

Successivamente, nel fornire ulteriori dettagli sul rapporto tra lui e l’ex tecnico Deni ha voluto sottolineare la fiducia nei confronti di Mister Terranova: “Anastasi, persona che stimo - ha detto - non è un uomo dell'Akragas ma un amico personale. Quando lo presi, assieme al ds avevamo ipotizzato di fare una società che doveva occuparsi di scouting. Quando insieme decidemmo che il suo ruolo in Akragas era esaurito e lui decise di dimettersi, Ci siamo stretti la mano rimanendo che lui pur non facendo parte dell'Akragas il progetto scouting poteva continuare. Oggi l'Akragas è di Terranova, un allenatore importante, che ci ha dato soddisfazioni che gode della nostra fiducia e col quale vogliamo aprire un futuro in prospettiva”.

Deni, che durante la conferenza è tornato anche su alcune vicende del recente passato dalla querelle con Punzi e Costantino (“Via perché fomentavano lo spogliatoio, si è pensato che eravamo allo sbando ma li abbiamo sostituiti con Tarantino e Finessi”) e sull’addio di Sonia Giordano, cui ha riservato un ringraziamento (“E’ stata importante per creare la solidità attuale, la stimiamo”) ha annunciato che in caso di promozione i giocatori riceveranno un premio: “Noi abbiamo un progetto - ha sottolineato - ho riunito il cda è abbiamo parlato di prospettive, siamo stati in sintonia per aumentare il budget per potere fare i playoff che è un investimento importante: abbiamo anche ipotizzato di fare in premio importante ai ragazzi laddove riuscissimo ad andare in D. Abbiamo dunque allargato il budget per fare questo finale di campionato in modo agevole”.

Il presidente biancazzurro nel ribadire la coesione societaria tra i vari elementi in chiusura ha voluto fare un appello: “Non voglio alimentare polemiche, abbiamo un progetto e obiettivi che sono alla portata a cui vogliamo dedicarci. Oggi l’unica cosa che dobbiamo fare è gridare Forza Akragas per raggiungere l’obiettivo della Serie D”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Akragas, Deni: “Il comune sta cercando di accelerare l’iter per l’Esseneto, premio alla squadra se andiamo in Serie D”

AgrigentoNotizie è in caricamento