rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Calcio Canicattì

Coverciano stregata da Retegui, il padre dell’attaccante: “Mio figlio non ha avuto dubbi”

A fiutarne il talento fu Francesco Totti, fu l’ex capitano della Roma - oggi agente - a proporlo al suo ex club: la trattativa, però, sfumò

“Pronto Mateo…sono Mancini”.  È iniziato così il colloquio telefonico tra il Ct degli azzurri e l’attaccante con passaporto italiano, Mateo Retegui.

La baby stella del calcio sudamericano è l’ultima delle novità di questa nazionale più che mai sperimentale. Gli occhi, in questi giorni, sono tutti per l’attaccante di 23anni. Argentino di nascita ma con origini di Canicattì. “Matteo non ha avuto dubbi - ha detto il padre del ragazzo ai microfoni di Skysport 24 -. La chiamata? È avvenuta tre settimane fa, mio figlio è stato davvero molto contento”.

Il nome di Mateo Retegui è stato accostato a club italiani, a fiutarne il talento fu anche Francesco Totti. 

Mateo è ora seguito dal padre-agente Carlos, ne ha recentemente parlato in chiave mercato: "Sappiamo che in Italia ci sono diversi club su di lui, la società parlerà con chi mostrerà maggiore interesse". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coverciano stregata da Retegui, il padre dell’attaccante: “Mio figlio non ha avuto dubbi”

AgrigentoNotizie è in caricamento