Sport

L'Akragas affonda, il Matera espugna lo stadio "Esseneto"

I biancazzurri perdono quattro a uno e lo stadio chiama l'esonero di Nicola Legrottaglie. Ancora una sconfitta per l'Akragas, la squadra adesso è ancora più in crisi

E' crisi nera in casa Akragas. Il Matera vince quattro a uno e l'Akragas affonda. La partita si è messa male già nel primo tempo quando gli ospiti chiudevano il primo tempo sul tre a zero. In gradinata i tifosi hanno tolto gli striscioni. 

 

Nel secondo tempo Nicola Legrottaglie toglie Zibert ed inserisce Aloi. L’Akragas parte forte, Grea per Di Grazia e gol all’esordio per il talento biancazzurro. I biancazzurri accorciano subito le distanze. Il Matera non ha fretta, giro palla per la squadra di Padalino che prova ad amministrare il vantaggio.

Dyulgerov in mezzo al campo lotta come un leone e Di Grazia non perde un pallone, i due nuovi arrivati sono le uniche note positiva di giornata. Nicola Legrottaglie al 29’ si affida a Cristaldi, fuori Marino. Il tecnico biancazzurro prova il modulo offensivo: 4-2-4 con Salandria che arretra. Ma ad affondare il colpo è ancora al Matera che al 35’ sigla il quarto gol di giornata, è Letizia a dare il ko definitivo. Cori contro Nicola Legrottaglie, la sud lo invita ad andare via.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Akragas affonda, il Matera espugna lo stadio "Esseneto"

AgrigentoNotizie è in caricamento