menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pino Rigoli

Pino Rigoli

Calcio, Pino Rigoli "ai raggi X"

Un uomo apparentemente tutto d'un pezzo, ma che ha saputo trasmettere passioni ed emozioni al popolo biancazzurro

Messinese di nascita e agrigentino d'adozione, Pino Rigoli, secondo l'opinione dei tifosi biancazzurri è "Secondo solo a San Calogero".

Un uomo apparentemente tutto d'un pezzo, ma che ha saputo trasmettere passioni ed emozioni al  popolo biancazzurro. In lacrime per la promozione della "sua" Akragas, mai banale e sempre attento a curare i dettagli.

Rigoli è un allenatore professionista, ha nel suo diktat calcistico un modulo offensivo e imprevedibile. Il tecnico, "figlio" del 4-3-3 spesso in partita, inverte gli esterni per acquisire maggiore imprevedibilità. 

Il suo modulo è speculare, durante ogni partita carica i suoi giocatori e non lascia nulla al caso. Il tecnico biancazzurro, in due anni di Akragas, ha potuto provare la sedie della panchina, soltanto una volta: nella partita con il Noto, vinta dall'Akragas sette a zero. Rigoli, sceglie di osservare la sua Akragas, perennemente in piedi, facendosi riprendere spesso dagli assistenti, motivo? Non rispettare quasi mai l'area tecnica.

Pino Rigoli, oltre lo stadio Esseneto, ama la via Atenea, paragonandola al centro storico di Catania. La sua prima tifosa è la sua compagna, per il secondo anno consecutivo siede in tribuna nello stesso posto. Il figlio Luca Rigoli, lo scorso anno prese parte alla promozione dell'Akragas.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento