Sport

Akragas-Frattese, le pagelle: mitico Trofo, Meloni e Chiaria ok

La prestazione del giovane under vale quanto un gol. Vuole il posto da titolare e lo sta dimostrando partita dopo partita. Sudare la maglia? Sì, l'ha fatto. Una scoperta che sa tanto di tesoretto, lavora in silenzio Emanuele allenandosi con costanza e mettendo in buona crisi mister Feola. Confermatelo

L'Akragas riesce a violare lo stadio "Esseneto". Importante vittoria dei biancazzurri, contro una buona Frattese. La partita finisce 3 a 2 per i padroni di casa. Mister Feola lascia Nicola Arena in panchina e lancia Savanarola dal primo minuto.

Antonio Lo Monaco, voto 6. Sui due gol presi è incolpevole, forse qualche piccolo passetto indietro sulla prima rete non sarebbe stato male. Nei novanta minuti è reattivo e sempre attento, il ragazzo cresce bene.

Andrea De Rossi, voto 6. L'infortunio ha lasciato qualche strascico. Nel primo tempo, da quel lato la Frattese scappa via. Il romano prova ad affondare nel secondo tempo ma i cross non sono precisi. 

Pietro Dentice, voto 5. Non è stata la sua miglior partita, sul primo gol l'errore è suo. Sulla fascia è spesso sovrastato, nel secondo tempo prova a rifarsi con una galoppata che arriva fino al limite. Sul secondo gol della Frattese c'è anche - se in maniera minore - il suo zampino. 

Ciccio Vindigni voto 6. Non ha giocato la sua miglior partita, ma quando lascia il campo la difesa prende abbagli. E' un tassello fondamentale della retroguardia. Ieri, seppur sbagliando in qualche uscita, ha mantenuto l'ordine difensivo. Indispensabile.

Agatino Chiavaro, voto 6. La sua testa è ovunque, nella sfida contro la Frattese fa valere il fisico. E' attento capitan Chiavaro, riuscendo anche ad alzare la voce quando serve. Feola chiama in panca Vindigni e lui tiene una difesa da solo. Un capitano.

Davide Baiocco, voto 6. Il centrocampo è stato spesso sovrastato. Baiocco si attacca all'esperienza e viene tradito dalla sua troppa esuberanza. In partita è stato anticipato, ma ha avuto la voglia di non mollare mai. L'assist per Chiaria è suo. Campione.

Emanuele Trofo. voto 7. La sua prestazione vale quanto un gol. Il giovane vuole il posto da titolare e lo sta dimostrando partita dopo partita. Sudare la maglia? Si l'ha fatto. Trofo rincorre tutti, non toglie mai il piede ed è sempre concentrato. Una scoperta che sa tanto di tesoretto, lavora in silenzio Emanuele allenandosi con costanza e mettendo in buona crisi mister Feola. Confermatelo.

Emanuele Catania, 6,5. Ha segnato il gol del pareggio, corre e non si ferma mai, facendosi trovare pronto sempre. L'esterno offensivo è un pericolo costante: parte defilato ma dai suoi piedi escono solo problemi per gli avversari.

Giuseppe Savanarola, voto 6. Feola sperava anche nei ripiegamenti a metà campo, ma lui non lo fa quasi mai. Ha sulle spalle il dieci di Nicola Arena, una grande occasione per il "folletto" akragantino. Entra in area senza trovar gloria, ma ha il merito di servire un assist perfetto per il gol di Catania.

Giuseppe Meloni, voto 7. Ha la "colpa" di fare urlare "gol" a tutto lo stadio "Esseneto" ma la palla nella prima occasione aveva salutato il palo. Sposta gli equilibri e mette panico tra gli avversari, fisicamente sovrasta la difesa della Frattese. Segna il gol della vittoria e mette la quinta "x" ai gol segnati. Bravo.

Roberto Chiaria, voto 7. E' strano vedere uno della sua stazza giocare di fino. Usa il tacco e gioca bene la "torre" di Agrigento. E' al suo secondo gol consecutivo, a Roberto Chiaria la cura Feola fa davvero un gran bene. Gigante.

Nicola Arena, voto 5,5. La prospettiva panchina non la conosceva neanche, fa parte delle riserve per la prima volta dopo tre stagioni. Nel secondo tempo Feola lo mette in campo e lui si fa trovare pronto. Il 4-2-4 lo soffre maledettamente. In partita fa una cosa buona raccogliendo applausi, ma poi sbaglia a calibrare il calcio d'angolo. Genio da ritrovare.

Vittorio Terminiello, voto 5. Capelli e prestazione da rivedere. Entra in campo al posto di Vindigni, è quasi sempre in affanno, sul doppio vantaggio della Frattese la colpa è anche la sua.

Alessandro Bonaffini, voto 6. Professionalità. Si aggrega a Baiocco e Trofo, provando anche a fare un gol. Vorrebbe mangiarsi il campo Ale, ma la partita è già finita. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Akragas-Frattese, le pagelle: mitico Trofo, Meloni e Chiaria ok

AgrigentoNotizie è in caricamento