menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Davide Baiocco

Davide Baiocco

Akragas - Battipagliese, le pagelle: Baiocco sontuoso, Trofo che sopresa

Controllate la carta di identità perchè davvero i conti non tornano. Trentanove anni e non sentirli, l'ex Juve e Catania si è preso l'Akragas. Corre per 97 minuti, lottando su ogni pallone. Quando mister Betta chiede il "3-3-3" morde le caviglie agli avversari, prendendosi la scena

L'Akragas pareggia contro la Battipagliese. Zero a zero allo stadio "Esseneto" e partita piena di polemiche. Le pagelle dei biancazzurri scesi in campo.

Antonio Lo Monaco, voto 6. La mamma in tribuna spera in una prodezza del figlio Antonio, ma lui deve accontentarla in parte. Esposito prova un tiro velenoso dalla distanza, Lo Monaco, attento, non si fa sorprendere.

Andrea De Rossi, 6,5. Si è rivisto l'Andrea della scorsa stagione. Si prende la fascia e non si stanca mai. Mette in mezzo palloni "velenosi", ma non ci sono torri in casa Akragas - almeno in campo - bravo nei ripiegamenti e veloce nelle ripartenze. Talentuoso.

Pietro Dentice, voto 6. Siamo abituati a prestazioni ben diverse. Da lui ormai ci si aspetta sempre il massimo. Spostato a sinistra prova a fare quel che può. 

Davide Baiocco, 7,5. Controllate la carta di identità perchè davvero i conti non tornano. Trentanove anni e non sentirli, l'ex Juve e Catania si è preso l'Akragas. Corre per 97 minuti, lottando su ogni pallone. Quando mister Betta chiede il "3-3-3" morde le caviglie agli avversari, prendendosi la scena. Sontuoso.

Agatino Chiavaro, voto 6,5. Nel pre-gara era in dubbio, ma lui ha voluto esserci. Dietro con lui non si rischia nulla, pronto e attento nel chiudere tutte le ripartenze. Il solito.

Salvatore Astarita, voto 6,5. Dalla tribuna si sente quasi sempre dire "Forza Sasà". Un "mastino napoletano" che alza il muro, concedendosi anche la fase offensiva. Fa a sportellate in area di rigore, mettendo i muscoli su ogni pallone. Indispensabile.

Emanuele Catania, voto 5,5. Se non ci fosse stato l'arbitro a fermare la sua volè: classe ed estro, per l'Emanuele dell'Akragas. La seconda ammonizione gli costa cara, ma siamo certi che avrà modo di rifarsi.

Emanuele Trofo, voto 6,5. E' la sorpresa di giornata. Giancarlo Betta lo getta nella mischia e lui non fa pentire il suo allenatore. Lotta in mezzo al campo e ha il coraggio di tirare anche da fuori area. Carattere e maturità per una giovane sorpresa.

Beppe Savanarola, voto 4. Ci risiamo. Periodo no per il "folletto" di casa Akragas. L'esterno offensivo, schierato da Betta come punta, lascia di nuovo la sua squadra in inferiorità numerica. Questa volta però l'arbitro fa il buono e il cattivo tempo, Savanarola ha sì reagito, ma la sceneggiata di Leone è stata da dieci e lode. 

Alessandro Bonaffini, voto 6. Conosciamo un Alessandro devastante, quando gioca "normalmente" quasi ci impressiona. Ha cercato spesso il gol, mettendoci piedi e testa ma non è arrivato. E' stato sostituito da Roberto Assenzio perchè stremato.

Nicola Arena, voto 7. A secco di gol, ma quando prende palla gli avversari lo chiudono da ogni dove. Una partita difficile per lui in quanto ha dovuto cambiare spesso posizione. Ma l'astuzia non gli manca, creando pericoli per 90 minuti. Betta lo sostituisce, peccato per quel rigore allo scadere che quasi certamente avrebbe segnato. Punto di riferimento.

Tresor Dezai, voto 6. Questo ragazzo quando è in campo crea. Le difese avversarie temono la sua prevedibilità, si cerca un rigore e lo trova. Ha sempre un buon impatto con la gara, ma deve migliore il tiro. Il giovane è come un diamante grezzo da affinare. Talento.

Roberto Chiaria, voto 5,5. E' la torre che serve in quella partita, ma forse Betta lo schiera troppo tardi. Ci mette il fisico e il coraggio. Si prende la responsabilità di calciare un rigore decisivo, ma lo sbaglia. Volenteroso.

Giancarlo Betta, voto 5,5. Con lui non esistono titolarissimi, contro la Battipagliese nessuna punta di ruolo e Savanarola spalle alla porta. Una soluzione nuova che avremmo voluto giudicare. Fischi e insulti non lo scoraggiano, Betta continua a portare avanti le sue idee. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento