rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Sport

Nuova Gioiese-Akragas, Rigoli: "Noi poco determinati"

L'allenatore biancazzurro torna a parlare del match, bacchettando i suoi ragazzi. L'allenatore ha anche parlato della situazione tra tifoseria akragantina e portiere

L'Akragas esce da Gioia Tauro con un punto che serve a ben poco. La frenata del Savoia permette al team di Agrigento di accorciare le distanze in classifica. Mister Pino Rigoli, costretto a guardare il match dalla tribuna per squalifica, nel post partita ha bacchettato i suoi ragazzi.

"Eravamo venuti qui per fare i tre punti - ammette l'allenatore dell'Akragas - volevamo fare nostra la gara ma così non è stato. I miei ragazzi nella prima frazione di gara hanno mancato di determinazione e di applicazione. Il rigore della Nuova Gioiese? Ero in tribuna, non ho visto bene. La partita - spiega Rigoli - è stata combattuta, la Nuova Gioiese è stata almeno nella primo tempo più brava di noi, loro sono stati più gagliardi. L'Akragas - continua l'allenatore biancazzurro - nel secondo tempo è uscita di più, ma con l'uomo in meno e con i dieci minuti a mezzo servizio di Nicola Arena abbiamo agguantato soltanto il pareggio. Risultato - commenta Rigoli - che accettiamo con grande serenità".

Il tecnico torna a parlare della diatriba tra i tifosi e il suo portiere Federico Valenti: "Non voglio entrare in merito in questa situazione, tutto nasce dalla sconfitta contro la Cavese, la squadra non perdeva in  casa da un anno e un mese, una squadra che ha sempre messo in campo un calcio di grande livello. L'Akragas da matricola è riuscita a portare più di ottomila persone al campo. Spero - conclude Rigoli - che tutta questa diatriba si possa accantonare, cercando di voler fare gli interessi della squadra, fermo restando che abbiamo avuto sempre la tifoseria vicina".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Gioiese-Akragas, Rigoli: "Noi poco determinati"

AgrigentoNotizie è in caricamento