menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giuseppe Deni

Giuseppe Deni

Rende-Licata, Deni denuncia: "Hanno cercato di corrompere i miei ragazzi"

Il massimo dirigente licatese ha presentato un esposto alla Procura federale, denunciando un tentativo di corruzione nei confronti di due dei suoi giocatori

Il presidente del Licata calcio, Giuseppe Deni, ha presentato un esposto alla Procura federale per un tentativo di corruzione nei confronti dei suoi giocatori.

"E' una vicenda spiacevole, - ha detto il patron del Licata - i miei giocatori hanno ricevuto dei messaggi già nel pomeriggio di sabato. I ragazzi appena arrivati in hotel sono stati fermati da due presunti dirigenti biancorossi ed hanno ricevuto una promessa di ingaggio in cambio di un impegno blando in partita. I ragazzi non hanno abboccato  - ha spiegato Deni - ed hanno subito raccontato il fatto ai miei dirigenti. Avevamo pensato di non far scendere in campo parte dei nostri giocatori, o meglio due dei nostri giocatori, ma alla fine di comune accordo abbiamo scelto di giocare con i nostri migliori undici. Se l'arbitro era a conoscenza dell'accaduto? Sì, abbiamo raccontato tutto. Ho fatto un esposto alla Procura federale e nei prossimi giorni si dovrebbero avere delle novità".

Al massimo dirigente Deni chiediamo se il presidente del Rende era a conoscenza di questa vicenda. "Lui ha detto che non sapeva nulla, ma noi parliamo avendo dei fatti alla mano: i miei ragazzi hanno conservato dei messaggi, dove i dirigenti chiedevano con insistenza l'ora dell'arrivo in hotel".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento