menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Akragas, il ritiro è alle porte: rifondare o ripartire?

Mancano pochi giorni e partirà ufficialmente la stagione dei biancazzurri. Interrogativi e dilemmi per il club agrigentino che ancora non conosce parte del suo futuro

Si continua ad aspettare in casa Akragas. Dalla Lega non sono arrivate notizie confortanti, ma in casa biancazzurra il ripescaggio è al centro del progetto. Il patron Alessi predica pazienza e i tifosi aspettano con ansia.

Gli interrogativi sono tanti, la rifondazione o la continuazione del progetto? Alessi ha scelto di ripartire senza Pino Rigoli, rifondando di fatto la parte tecnica. Ma parte della rosa scelta dallo stesso allenatore rimarrà alla corte del presidente akragantino. 

Il 28 luglio: è questa la data fissata per la partenza del ritiro. Allo stadio Esseneto, ovviamente, non si vedranno i vari Saraniti e De Rossi, ma si ripartirà quasi certamente da Alessandro Bonaffini e Nicola Arena. Il numero dieci, sembra stia allontanando tutte le proposte sentite dagli altri club. Arena, quasi certamente, indosserà nuovamente la maglia numero dieci.  

Insieme a lui, probabile conferma di Federico Valenti e Gabriele Aprile, quest'ultimo di proprietà dell'Akragas; quasi certi i vari Chiavaro, Assenzio e Savanarola.

Il nodo panchina non si è ancora sciolto: Sottil ha detto sì per la LegaPro ma in una eventuale serie D l'ex Catania tentennerebbe. Infatti in queste ore salgono le quotazioni di Betta, cercato dal Noto. 

Saranno giorni frenetici in casa Akragas, l'estate per il club biancazzurro è rovente. Ancora una settimana e si saprà il destino di una squadra che sta tenendo tutti con il fiato sospeso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento