menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Avarino Chiavaro e Silvio Alessi

Avarino Chiavaro e Silvio Alessi

"Welcome 2015", l'Akragas pareggia ma è campione d'inverno

L'Akragas va sotto di due gol, ma poi un caparbio capitan Agatino Chiavaro mette tutto in ordine e si veste da bomber, infilando una doppietta

"Partita finisce quando arbitro fischia". Non c'è citazione più giusta per descrivere il match tra Akragas e Rende. Avrebbe ripetuto così anche per questa sfida, il serbo Boskov. L'Akragas agguanta un pareggio all'ultimo respiro, al triplice fischio i biancazzurri, fissano il due a due.

Il Rende, terza forza del campionato è arrivato in quel di Agrigento per fare bella figura e far arrabbiare mister Vincenzo Feola.  La terza della classe, contro la prima in uno stadio "Esseneto" modalità 2015: gremito come mai in questa prima parte di stagione. L'Akragas prende non una abituale sberla di avvio, ma questa volta sono due.

Al 12' Zangaro scappa via alla retroguardia di Agrigento e infila la prima rete di giornata.  Al 24' sbavatura difensiva di Terminiello e uno-due terribile del Rende. Al 24' l'Akragas è sotto per due reti a zero. Con la squalifica di De Rossi, il tecnico biancazzurro rispolvera Terminiello in una posizione non proprio sua. Fuori per scelta tecnica Nicola Arena, niente panchina per Bonaffini, ancora alle prese con un infortunio.

L'Akragas non sta a guardare il passivo e conquista una punizione dai trenta metri. Sul pallone Agatino Chiavaro, che infila la rete del momentaneo due a uno al 25'. Un tiro di potenza che sorprende il portiere ospite, De Brasi.

I padroni di casa chiudono il primo tempo in svantaggio, non una bella prova degli undici schierarati dal tecnico akragantino. Nel secondo tempo, l'Akragas mette sotto il Rende. Pippo Tiscione fa cose straordinarie, prendendo una traversa e costringendo il portiere De Brasi a fare miracoli. Davide Baiocco dimentica di avere 40 anni e rincorre palloni come un giovanissimo, Vindigni fa su e giù senza stancarsi.

Mister Feola chiama in panchina, Catania e Savanarola dentro Arena e Longoni. La partita si accende, il Rende mette i muscoli e l'arbitro a tratti sbaglia le uscite. Ma questa squadra non muore mai, l'allenatore biancazzurro mette dentro cinque punte, inserendo anche il giovane Dezai. A far gol non sono gli attaccanti, ma è ancora capitan Chiavaro che apre il 2015 con una doppietta.

Il capitano biancazzurro infila la rete del pareggio facendo impazzire i tifosi akragantini. Quando alcuni stavano abbandonato lo stadio, altri esultavano per una squadra che oggi ha conquistato un punto importante. Dall'altra parte, Roccella e Torrecuso hanno battagliato. I padroni di casa hanno segnato in concomitanza con Chiavaro, regalando agli akragantini il primo posto in classifica e il titolo di campioni d'inverno. L'Akragas tornerà ad allenarsi martedì, ad attendere la squadra di Feola l'Agropoli di mister Pino Rigoli.

Le formazioni:

Akragas: Lo Monaco, Dentice, Terminiello, Baiocco, Vindigni, Chiavaro, Tiscione, Trofo, Meloni, Savanarola, Catania. A disp: Evola, Maraucci, Risolo, Dezai, Longoni, Napoli, Arena, Pierini, Salemi. All. Vincenzo Feola.

Rende: De Brasi, Ruffo, Crispino, Piromallo, Musca, Ginobili, Gigliotti, Fiore, Caruso, Zangaro, Simeri. A disp: Mancino, Marchio, Scarnato, Muraca, Azzinnaro, Grisolia, Buccino, Benvenuto, Irace. All: Benincasa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento