menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pino Rigoli

Pino Rigoli

Akragas, Alessi e Rigoli: "Finale un sogno, ma pensiamo al Pomigliano"

Presidente e allenatore non sottovalutano l'impegno di domani. I campani verranno ad Agrigento senza tifosi al seguito

Giornata tormentata in Akragas . Dopo i chiarimenti sulla questione capienza stadio, presidente e allenatore si sono concentrati sull'aspetto tattico del match in programma domani.

Il massimo dirigente biancazzurro, a un giorno dalla semifinale dei playoff di serie D, partita che si disputerà domani alle 16 contro il Pomigliano, fa un punto della situazione. "Quando mi sono insediato ho avuto da subito degli obiettivi precisi. Volevo questa squadra nel giro di tre, cinque anni nei professionisti e adesso siamo davvero a un passo. Domani - ammette Alessi - sarà l'ennesima partita importante, arriviamo carichi e motivati. La finale? Potrebbe essere un sogno, pensiamo al Pomigliano e poi alle location o ad altro ci penseremo in seguito".

Alla vigilia della sfida casalinga parla anche mister Pino Rigoli: "In settimana ci siamo allenati molto bene, i ragazzi sentono la giusta tensione e questo mi rassicura. Domani purtroppo dovremmo sopperire a qualche assenza pesante: vedi Vindigni e forse Chiavaro. Teniamo sotto stretta osservazione anche De Rossi: oggi aveva male alla caviglia, domani capiremo se sarà della partita o meno".

Tra i convocati spunta il nome di Alessandro Bonaffini. Rigoli la pensa così: "Alessandro è stato sempre con noi, ovviamente non ha il ritmo partita nelle gambe e quindi escludo un suo impiego in partita. Se sarà in panchina? Vedremo".

Rigoli non vuole entrare nel merito della questione "stadio Esseneto", ma chiarisce certi aspetti: "Ieri sera ho visto un bambino piangere perchè ha saputo che non poteva essere allo stadio, questo mi dispiace moltissimo e spero davvero che tutto si possa risolvere. Ho visto immagini e foto in settimana, e vedere famiglie allo stadio mi e ci rende orgogliosi. Quando vedi tutta questa passione - spiega Rigoli - non puoi far altro che pensare in bene, vuol dire che abbiamo fatto le cose giuste".

Pino Rigoli, in conclusione, spiega le caratteristiche del Pomigliano. "E' una squadra che ha vinto la Coppa Italia, quindi non va sottovalutata. Loro in rosa hanno gente d'esperienza ma noi non siamo da meno".

?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento