menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Akragas-Noto, le interviste del post gara

L'Akragas batte il Noto tre a uno, una doppietta di Tiscione e un gol di Meloni hanno fatto sì che i biancazzurri chiudessero il match con una vittoria. Mister Vincenzo Feola in sala stampa è contento della prestazione dei suoi

L'Akragas batte il Noto tre a uno, una doppietta di Tiscione e un gol di Meloni hanno fatto sì che i biancazzurri chiudessero il match con una vittoria. Mister Vincenzo Feola in sala stampa è contento della prestazione dei suoi: "Ci aspettano undici finali, oggi abbiamo dato tutto e penso che il risultato sia meritato". Ma l'allenatore, oggi, ha voglia di ringraziare l'akragantino Ciccio Nobile. La pioggia oggi si è abbattuta su Agrigento, non risparmiando lo stadio "Esseneto"; la partita è stata a rischio ma il merito, secondo quanto riferisce Feola, è del collaboratore biancazzurro: "Nobile è un valore aggiunto a questa squadra. E' dalle sei di questa mattina che lavora sotto l'acqua. Il mio grazie va a lui, perchè è una persona che lavora per tutti, sempre disponibile, un grande".

Per la seconda volta consecutiva l'uomo partita è Pippo Tiscione: "Dedico i gol a mia madre perché lei non ha mai visto una mia partita e spero di portarla presto ad Agrigento a vedermi giocare e vincere con l'Akragas". Contento della vittoria anche il presidente biancazzurro Silvio Alessi: "Grazie a tutti i giocatori per quello che stanno facendo. Partita dura domenica prossima a Battipaglia, dobbiamo stare compatti".

Dall'altra parte gli umori sono contrastanti, in sala stampa il tecnico Pippo Romano ha esaminato il match: "Fino al due a uno eravamo in partita poi la magia di Tiscione ci ha scoraggiato. Non potevamo fare di piu contro questa squadra. I tre davanti dell'Akragas costano quanto tutto il Noto. Per me l'Akragas é la squadra più forte ma non deve abbassare mai la guardia in questo torneo. Alla fine vincerà il campionato per me".

Il gol dell'ex Salvatore Cocuzza non è mancato, il giocatore è stato applaudito dai tifosi dell'Akragas. "Io non ho nulla contro la gente di Agrigento, sono stato un mese soltanto ma bene nonostante qualche contrasto con l'ex allenatore Pino Rigoli. Ora missione salvezza per noi e spero promozione per voi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento