menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Akragas, il debutto di Legrottaglie: "Noi? Una mina vagante"

L'Akragas è nel suo presente e nel suo futuro - spera Legrottaglie - la squadra di Agrigento si affida alla pazienza e all'esperienza di Nicola Legrottaglie. Il debutto in campionato contro Matera, la formazione in testa e tanta adrenalina

Sono lontani i tempi in cui Nicola Legrottaglie stringeva gli scarpini per debuttare nella linea difensiva di Juve, Milan o Catania. Oggi quel ragazzo diventato uomo, si appresta a debuttare su una panchina di LegaPro. Il professionismo nelle gambe si, ma adesso sta nelle idee e nella testa di un difensore diventato allenatore. 

L'Akragas è nel suo presente e nel suo futuro - spera Legrottaglie - la squadra di Agrigento si affida alla pazienza e all'esperienza di Nicola Legrottaglie. Il debutto in campionato contro Matera, la formazione in testa e tanta adrenalina. "Sono emozionato - ha detto il tecnico dell'Akragas, nella conferenza pre-partita - ho avuto anche problemi di stomaco, ma adesso va bene " sorride il tecnico. Alcuni giornalisti presenti in sala stampa dello stadio "Esseneto" hanno sconsigliato al tecnico di bere l'acqua proveniente dai rubinetti, siparietto simpatico che Legrottaglie commenta così: "Meno male che qualcuno mi ha avvisato. E io che pensavo di bere l'acqua da lì".

Scherzi a parte, il tecnico dell'Akragas è pronto: "Mi  hanno detto che in LegaPro bisogna correre tanto, io vorrei vedere la mia squadra giocare la palla e lottare per la maglia. Tutti i giocatori dell'Akragas sono qui per il bene di questa squadra. Vogliamo vincere per noi e per gli agrigentini che fanno il tifo. Sono sicuro - dice Legrottaglie - che, chi affronterà l'Akragas dovrà vendere cara la pelle, la mia squadra lotterà dal primo minuto. Firmare per un pareggio? Non ci penso proprio. Se accadrà lo accetteremo, ma noi scendiamo in campo per vincere". Sulla formazione Legrottaglie non si sbottona: "Ho in testa chi scenderà in campo. Difesa a quattro? Non vi dico nulla, ma ho gli undici in testa. Noi siamo la mina vagante del campionato". 

L'Akragas accoglie un nuovo arrivato, Cristaldi l'argentino che piace al tecnico biancazzurro. "E' un attaccante di razza. Mi ricorda tanto un mio compagno di squadra, chi? Bergessio. Questo ragazzo è una scommessa, ma posso dirvi che ha le carte in regola per far bene".

L'Akragas sarà di scena a Matera, in campo quasi sicuramente ci sarà il brasiliano Vicente: "L'accoglienza degli agrigentini è bellissima, qui si sta benissimo. La partita? Siamo la mina vagante della LegaPro, siamo pronti a dare il massimo". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

  • Homepage
  • Ultim'ora
  • Cronaca
  • Zone e Quartieri
  • Sport
  • Politica
  • Eventi
  • Cinema
  • Economia e Lavoro
  • Salute
  • Attualità
  • Ambiente
  • Video
  • Foto
  • Notizie dall'Italia
  • Meteo
  • Segnalazioni
  • Opinioni
AgrigentoNotizie è in caricamento