menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Akragas-Battipagliese

Akragas-Battipagliese

Akragas-Battipagliese, una vittoria figlia del cinismo

Parole pesanti del tecnico della Battipagliese in sala stampa. I biancazzurri hanno oggi centrato una vittoria importante. La curva sud ha dedicato uno striscione al tifoso licatese scomparso la scorsa settimana

"L'Akragas? E' una squadra piena di mestieristi". Esordisce così in sala stampa il tecnico ospite, Squillante che bacchetta, ma non troppo, i suoi: "Abbiamo perso una partita forse gestita bene da noi. L'Akragas ha fatto 20 minuti di anticalcio, ma in questo sport vince chi la mette dentro. Dobbiamo crescere in autostima, solo così riusciremo a vincere le nostre partite".

L'Akragas batte la Battipagliese due a uno, portando dentro il suo bagaglio d'esperienza sportiva, una vittoria colma di sacrificio e tanto cinismo. Si sveglia il genio Nicola Arena, nel secondo tempo sono suoi i due gol fortunosi. La Battipagliese ha spaventato l'Akragas nel primo tempo; poi, al ritorno dal riposo lungo, ha avuto un calo fisico. Allo scadere, mollare non era nella legge del calcio, così entrambe le squadre hanno dato vita a un match all'ultimo colpo. Ha vinto chi è stato più cinico e forse fortunato. 

L'Akragas vista non ha di certo giocato il miglior calcio dell'era Rigoli, ma quanto meno è rimasta sempre in partita. In sala stampa, Rigoli fa i complimenti al tecnico ospite e afferma: "Dovevamo vincere questa partita, siamo stati cinici sotto porta e abbiamo conquistato tre punti importantissimi. Dopo il ko di Torre Annunziata i 'grandi' hanno preso per mano la squadra e siamo usciti nel migliore dei modi da quella sconfitta. Adesso prepareremo bene il match contro la Cavese, abbiamo davanti una settimana tutta per noi".

A brindare la vittoria sono state anche le parole di Silvio Alessi: "La classifica della Battipagliese è bugiarda, per me è una delle squadre più forti del campionato. Oggi ci hanno messo in difficoltà, ma ne siamo usciti molto bene. Adesso pensiamo alla prossima sfida. Il match con la Cavese - dice Alessi - evoca ricordi non proprio bellissimi, vogliamo provare a vincere questo match".

La curva sud oggi ha dedicato uno striscione al tifoso licatese scomparso la scorsa settimana. "Sono stato sempre convinto che la nostra tifoseria fosse composta da gente onesta. Il loro ricordo dimostra che aldilà delle rivalità sportive noi siamo accanto ai tifosi licatesi".

Dello stesso avviso anche l'addetto ai lavori Francesco Nobile: "Io e i ragazzi della curva abbiamo voluto ricordare nel migliore dei modi questo ragazzo. Mando alla sua famiglia un forte abbraccio".

?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento