rotate-mobile
Sport

Akragas, Legrottaglie: "La mia squadra può arrivare ovunque"

Il tecnico dei biancazzurri porta a casa un punto. Uno a uno allo stadio "Massimino", Akragas e Catania si sono divisi la posta in palio

Uno a uno tra Catania e Akragas, il derby del "Massimino" ha visto due squadre affrontarsi a viso aperto. Nella sala stampa dello stadio etneo ha parlato il tecnico biancazzurro, Nicola Legrottaglie.

«E' mancato qualche centrocampista in panchina, peccato perché ci credevamo. Ad un certo punto - dice l'allenatore dell'Akragas - avevamo la partita in pugno. Il Catania - spiega - é la squadra più forte del girone, secondo me, motivo per cui se oggi abbiamo dato prova di maturità abbiamo dimostrato di essere una grande. Se avessimo avuto un po più di cinismo in avanti potevamo fare di più. Sarei andato io in campo, se avessi potuto, per metterla dentro. La differenza tra serie A e la Lega Pro la fa la testa. Pancaro? Aveva più panchina, io non me la sono sentita di mettere in campo un giovane della Berretti. L'ambiente di Catania é meraviglioso. Un grande cuore. La mia Akragas può arrivare ovunque". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Akragas, Legrottaglie: "La mia squadra può arrivare ovunque"

AgrigentoNotizie è in caricamento