rotate-mobile
Battute finali del campionato

La Fortitudo vince contro Nardò e rinvia la retrocessione: i biancazzurri sperano ancora

L'auspicio è il tracollo di Roma, Chiusi e Nardò che dovranno però essere battute tutte, a partire da Cento mercoledì fuori casa

La Fortitudo Agrigento alle prese con la più grande impresa della sua storia: una salvezza insperata che di giornata in giornata si allontana a piccoli passi. Ieri, la retrocessione è stata rinviata battendo Nardò 81-68 e recuperando due punti a 4 partite dal termine del campionato. Le speranze rimangono molto basse: l'auspicio dei biancazzurri è il tracollo di Roma, Chiusi e Nardò che dovranno però essere battute tutte, a partire da Cento mercoledì fuori casa.

Ma la vittoria di ieri è di quelle che risolleva il morale. C'è anche un pizzico di rammarico per non aver visto questa squadra giocare così tutta la stagione.

Nardò non è mai scesa in campo, già nel primo quarto era sotto 25-8 e una prestazione perentoria della Fortitudo con i pugliesi che non hanno quasi mai messo la palla a canestro. Il secondo non è da meno chiudendo 51-18 per i padroni di casa, statistiche troppo nette per sperare di ribaltare il match. La squadra di Pilot cede vertiginosamente al rientro dagli spogliatoi ma il vantaggio è netto e nonostante un pessimo ultimo periodo Agrigento porta a casa la vittoria. Altra grande prestazione di Alessandro Sperduto, autore di 22 punti, top scorer del match seguito da Ambrosin a 13 e poi Meluzzi, Morici e Polakovich a 12.

Appuntamento mercoledì a Cento e poi domenica prossima al Palamoncada contro la Luiss Roma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fortitudo vince contro Nardò e rinvia la retrocessione: i biancazzurri sperano ancora

AgrigentoNotizie è in caricamento