menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Filippo Tavormina

Filippo Tavormina

Atletica leggera: il riberese Tavormina sfiora il podio ai campionati italiani

Una gara decisa dallo strappo del gruppetto di testa dopo un primo chilometro su ritmi normali. Il giovane è protagonista di una gran rimonta nel finale, rimonta che per un soffio non gli ha consentito di agguantare una medaglia

L’atletica leggera agrigentina rialza la testa e torna dai campionati italiani allievi con l’ottimo piazzamento di Filippo Tavormina, il diciassettenne tesserato per la Pol. Athlon Ribera già in luce lo scorso anno nelle gare di mezzofondo, in particolare sulle siepi. Nei 2mila siepi l’allievo di Salvatore Giardina ha ottenuto sabato nella rassegna tricolore di Macerata un eccellente quinto posto, risultato accompagnato anche dal nuovo record personale sulla distanza (6’15”)  che certamente soddisfa l’atleta e il suo tecnico, anche se, per come si è sviluppata la gara, rimane qualche punta di rammarico per un podio mancato di pochi decimi. 

Una gara  decisa dallo strappo del gruppetto di testa dopo un primo chilometro su ritmi normali, ma con Tavormina, rimasto leggermente attardato, protagonista di una gran rimonta nel finale, rimonta che per un soffio non gli ha consentito di agguantare una medaglia. La gara è stata vinta da Ahmed Abdelwahed delle Fiamme Gialle Simoni in 6’13”. Tavormina ha poi doppiato sui 3.000 metri, alla ricerca del suo primato personale, ma  la fatica del giorno precedente non gli ha consentito di andare oltre un pur onorevole undicesimo posto in 9’01”, due secondi in più del suo precedente limite. 

Per lui un finale di stagione che potrebbe riservargli ancora qualche piccola soddisfazione, soprattutto nei 3.000 metri, ove punta a migliorarsi decisamente. Soddisfatto anche il tecnico Salvatore Giardina, che da qualche anno lavora tra mille difficoltà per riportare l’atletica leggera  a livelli più adeguati alla bella tradizione riberese. “Il rifacimento della pista darebbe un ulteriore spinta al nostro movimento - commenta Giardina - perché in atletica non si inventa nulla, e senza una pista adeguata anche talenti come Tavormina rischiano di perdersi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento