menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Akragas è inarrestabile, vittoria di carattere contro l'Ischia

L'Akragas nel primo tempo risolve la partita. L'Ischia prova i colpi della vita, ma oggi deve fare i conti con un super Alex Vono. L'Akragas protegge al meglio questo doppio vantaggio, i biancazzurri al triplice fischio esultano, la squadra di Pino Rigoli porta a casa una vittoria fondamentale

Dopo un'ora di ritardo prende il via la partita  tra Akragas e Ischia. Le piogge di queste ore hanno reso pesante il campo dello stadio "Esseneto". L'arbitro della sfida, il signor Luca Massimi, ha valutato le condizioni del manto erboso. Alle 15, il pronti via della sfida salvezza.

L'Akragas nel primo tempo risolve la partita. Matteo di Piazza su triangolazione di Di Grazia e Zibert mette dentro la palla dell'uno a zero. L'Akragas passa in vantaggio al 27'. La doppia gioia per i biancazzurri arriva allo  scadere del primo tempo. È' l'Akragas a guadagnarsi un calcio di rigore prezioso, dagli undici metri Beppe Madonia. L'attaccante trasforma in rete la massima punizione, Madonia aveva precedentemente te sbagliato due gol quasi fatti. L'Akragas va a riposo lungo con un due a zero in saccoccia. 

Nel secondo tempo é l'Ischia a farsi sotto ancora con Kanoute, l'attaccante ci prova, ma Vono c'è. L'Ischia vuole la rimonta, é Di Vicino a provarci dalla distanza ma Alessandro Vono non si fa sorprendere. Gli ospiti nel secondo tempo cambiano modulo, Di Costanzo ordina il 4-2-4 e l'Akragas stringe i denti. Mister Rigoli corre ai ripari, fuori Madonia per Aloi.  

L'Ischia chiama dentro Di Vicino per Manna. I biancazzurri vogliono blindare il pareggio, problemi muscolari per Di Piazza e Rigoli opera un nuovo cambio. Dentro Cristaldi, all'argentino l'arduo compito di tenere alta la squadra. L'Ischia prova i colpi della vita, ma oggi deve fare i conti con un super Alex Vono. Nel finale Di Grazia - mattatore di giornata - deve lasciare il campo, al suo posto Candiano.

L'Akragas protegge al meglio questo doppio vantaggio, i biancazzurri al triplice fischio esultano, la squadra di Pino Rigoli porta a casa una vittoria fondamentale. La porta di Alex Vono resta ancora inviolata, la difesa ha avuto dei clienti scomodi, ma il quartetto difensivo oggi ha fatto davvero grandi cose.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento