menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Akragas volley non si ferma più: sesta vittoria consecutiva

Le ragazze allenate dal tecnico Tani Frinzi Russo incontrano in casa la Irritec di Santo Stefano di Camastra. La partita si chiude sul 3 a 0 per le Akragantine dopo una partita dall'andamento un po' altalenante

L’Akragas Volley disputa la sesta giornata di campionato e incontra in casa la Irritec di Santo Stefano di Camastra. La partita si chiude sul 3 a 0 per le Akragantine dopo una partita dall’andamento un po’ altalenante.

Il primo set inizia in salita e al primo tempo tecnico ci si trova sotto di un paio di punti frutto di un inizio incerto e ricco di errori. Si torna in campo e la partita inizia a prendere una piega migliore, con le agrigentine che recuperano sul 9 pari e allungano sul 12 a 9, quando Tommaso Pirrotta è costretto a richiamare le sue giocatrici chiedendo tempo.
 
Altri errori delle padrone di casa riportano in vantaggio le avversarie e al secondo tempo tecnico il punteggio è di 15 a 16 per l’Irritec.
 
Un paio di schiacciate della Lombardo e una seconda linea di Composto ci riportano avanti e costringono il tecnico avversario a chiamare nuovamente tempo. Si torna in campo con Scilla Basciano in battuta e qualche numero di Lombardo permette all’Akragas Volley di portare il primo set a casa sul punteggio di 25 a 17.
 
Al via il secondo set con Maiello in battuta e il primo punto è della Lombardo. Pochi istanti e ci si trova sul 5 a 0 e Pirrotta si vede costretto a chiamare il primo tempo. Fischio della campanella e al primo tempo tecnico ci si trova sul 8 a 0.
 
Al rientro Pirrotta gioca la carta Chiara Pipitone, lasciata inizialmente in panchina. Ma purtroppo per il tecnico avversario l’andazzo del set non cambia e l’Irritec si sgretola sotto i colpi di Scilla Basciano. Sul 17 a 4 Tani Frinzi Russo fa il primo cambio ed entra Carlotta Caruso al posto di Speranza Maiello al palleggio. Sul 21 a 5 Livia Magherini prende il posto di Melania Blunda. Un punto di Ambra Composto chiude il set impietosamente sul 25 a 8.
 
Il terzo set sembrerebbe senza storia, ma purtroppo la squadra di casa inizia nuovamente con una serie di errori e al primo tempo tecnico ci si trova sotto di un punto. Buon gioco e continuità ci riportano in carreggiata e sul 15 a 14 Magherini entra al posto di Sasha Gebbia e gioca da opposta e Ambra Composto si sposta al centro. Il set continua ad essere condotto dalle giocatrici di casa che chiudono set e partita sul 25 a 19.
 
Tre punti fondamentali in una settimana che vede il Cefalù sconfitto dalla Costanzo Volley e la Noma Volley perdere contro lo Spezzano in casa. Solo il forte Cutro tiene botta e mantiene la seconda posizione a due punti dalla capolista Agrigento.
 
Parziali
 
1° set 25 – 17 2° set 25 – 8 3° set 25 – 19
 
Tabellino punti
 
Tatiana Lombardo 22, Scilla Basciano 12, Ambra Composto 12, Sasha Gebbia 6, Melania Blunda 4, Speranza Maiello 3.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento