Giovedì, 13 Maggio 2021
Sport

Akragas - Vibonese è solo un pari, Saraniti segna ed esulta

L'ex biancazzurro ha pareggiato i conti. La squadra di mister Di Napoli, all'esordio, raccoglie solo un pareggio con una delle dirette concorrenti per la salvezza

Saraniti ferma l’Akragas, uno a uno allo stadio “Esseneto”. Un gol per tempo ed i biancazzurri conquistano solo un punto con una delle dirette concorrenti per la salvezza. La Vibonese nel primo tempo ha creato poco, è stata l’Akragas a fare la partita. Nel secondo tempo, con l’uscita di Pezzella, sono saltati gli equilibri dei biancazzurri. L’argentino ha dato equilibrio e giustezza in mezzo al campo. Nella Vibonese l’arma in più è stata quel Saraniti tanto conosciuto. Spina nel fianco degli avversari e solito “ariete”. Il pareggio è opera sua, l’ex biancazzurri con tanto di esultanza ha fermato la sua ex squadra.

PRIMO TEMPO

Parte bene l’Akragas, con le geometrie dettate da Pezzella. La Vibonese punge con l’ex Saraniti. Ma la prima ghiotta occasione, arriva dai piedi di Salandria. Il centrocampista mette una palla giusta per Longo, che sbaglia di pochissimo. Gomez sulla corsia è scatenato, il biancazzurro mette spesso in crisi la retroguardia della Vibonese. L’Akragas passa in vantaggio al 26’, Salandria mette in mezzo, Gomez approfitta di un’indecisione difensiva, di pallonetto anticipa Russa e sblocca il risultato.

Il numero nove dell’Akragas esulta con la squadra, trascinando Di Napoli in mezzo ai compagni, cercando l’abbraccio del tecnico. La Vibonese prova a rispondere con Saraniti, ma l’ex Akragas è ben chiuso dai difensori biancazzurri. Al 38’ Scapellato scappa via, ma è Carillo a chiudere gli spazi.  Nei minuti successivi è ancora la Vibonese a creare pericoli, ma oggi Pane è insuperabile. L’estremo difensore dell’Akragas è sicuro in tutte le uscite. Al 44’ è Longo a sfiorare il raddoppio, ma la palla termina fuori.

SECONDO TEMPO

La Vibonese punge, ma i biancazzurri concedono poco. L’Akragas è corsa e grinta, Longo e Gomez mangiano chilometri come se non ci fosse un domani. La coppia d’attacco morde le caviglie ai difensori avversari. La partita si accende, la Vibonese trova in Saraniti l’uomo più pericoloso. Gli ospiti provano ad inventare, è Chiavazzo a scappare via, ma l’Akragas chiude. I biancazzurri lottano su ogni pallone, i “ragazzini” di Di Napoli non mollano nulla. Lunga discesa di Scrugli, che al 21’ guadagna un calcio d’angolo importante. Dalla bandierina Longo, palla per Zanini che di poco spara alto. La Vibonese chiama dentro Scapellato, al suo posto Yabre.

Al 23’ la Vibonese pareggia i conti, è Saraniti a ristabilire la parità. L’ex Akragas arpiona un pallone vagante, Russo non intercetta e Pane fa il possibile: uno a uno. Saraniti esulta sotto il settore ospiti. Di Napoli tenta la mossa Garcia, fuori Russo. In difesa sale Zanini con Salandira a sostegno.

Le due squadre si allungano, saltano gli schemi e Coppola ci prova dalla distanza, palla che termina fuori. La Vibonese gioca per Saraniti, l’ex Akragas continua a seminare panico. I biancazzurri si buttano in avanti, è Scrugli a dettare l’assist, ma da quelle parti non c’è nessuno. Salandria raccoglie una palla vagante, assist per Garcia che non colpisce bene. Nel finale Longo disegna una palla perfetta per Gomez, l’attaccante ci prova ma Russo c’è. La partita termina in pareggio, l’Akragas non riesce a vincere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Akragas - Vibonese è solo un pari, Saraniti segna ed esulta

AgrigentoNotizie è in caricamento