Sport

Akragas-Torrecuso, la partita si trasforma in un "grande bluff"

Il Torrecuso non si è presentato allo stadio "Esseneto". La squadra campana ha scritto forse la pagina più triste dello sport agrigentino, una "non presenza" che ha del paradossale. Circa quattromila tifosi, tantissimi bambini e la Rai che cercava conferme: il Torrecuso? Non verrà. Il silenzio dall'altra parte e l'Akragas che va avanti

Akragas A con Akragas B, è stato questo il big match del campionato di serie D. Il Torrecuso non si è presentato allo stadio "Esseneto". La squadra campana ha scritto forse la pagina più triste dello sport agrigentino, una non presenza che ha del paradossale. Circa quattromila tifosi, tantissimi bambini e la Rai che cercava conferme: il Torrecuso? Non verrà. Il silenzio dall'altra parte e l'Akragas che va avanti. "The show must go on", lo spettacolo continua, mister Feola ammette: "Non pensavo potessero davvero arrivare a tanto. Rammarico? Si, ma noi andiamo avanti, prendiamo questi punti e continuiamo".

C'è rammarico anche da parte del presidente Silvio Alessi che ha detto: "Siamo abbastanza delusi dal Torrecuso. Vincere così? Non è bello". L'Akragas vince a tavolino una delle sfide più importanti della stagione. Il Torrecuso ha mandato in fumo tutto ciò che aveva fatto di buono in questo campionato. I fuochi d'artificio alla fine del match e gli applausi alla capolista, il torneo di serie D si tinge sempre di più di biancazzurro. 

Il bluff del Torrecuso non si è fermato soltanto tra le mura di Agrigento, a riprendere parte della figuraccia è stata la Rai. I motivi dell'assenza? I senior campani non avrebbero ricevuto le ultime due mensilità. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Akragas-Torrecuso, la partita si trasforma in un "grande bluff"

AgrigentoNotizie è in caricamento