menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'Akragas ricorda Giovanni Alessi

L'Akragas ricorda Giovanni Alessi

Akragas, pareggio d’un soffio all'Esseneto: col Taranto finisce 1 a 1

I biancazzurri riacciuffano una partita che sembrava già persa. A spaccare il match è stato il giovane Cochis, autore di giocate pregevoli

L’Akragas riacciuffa una partita che sembrava già persa. I biancazzurri pareggiano uno a uno, giocando contro un Taranto maschio e ruvido. A spaccare il match è stato il giovane Cochis, autore di giocate pregevoli. Allo stadio “Esseneto” termina uno a uno.

Partita dal doppio volto, nel primo tempo i biancazzurri non hanno espresso un bel gioco, per poi rimediare nel secondo. La squadra è stata chiamata sotto la curva, i tifosi hanno invitato i giocatori ad avere più carattere.

PRIMO TEMPO - L’Akragas al pronti via si distende bene, Sepe agisce sulla corsia provando a sfondare sulla sinistra. La prima azione pericolosa arriva dai piedi di Cocuzza, suggerimento per Longo: Maurantonio, para senza problemi. I biancazzurri si affidano ai laterali, ma Salandria in mezzo al campo detta i tempi.

Il centrocampista prova il suggerimento per Longo, che di prima prova per Cocuzza, ma è fuorigioco. Nei primi dieci minuti di gioco, è l’Akragas a provare ad impostare. Il Taranto attende e riparte affidandosi spesso alla fisicità. Gli ospiti provano a sfondare con l’ex Palermo, Bollino ma il capitano Marino anticipa tutti.

A salire in cattedra è il Taranto, i rossoneri si affacciano delle parti dell’Akragas, Viola disegna geometrie giuste per un galvanizzato Bollino. E’ ancora l’ex rosanero a provare il gol, ma Russo senza fallo toglie il pallone dei piedi all’attaccante. Al 17’ il capitano Marino prova la “spizzata” di testa, il difensore non trova lo specchio della porta.

Al 20’ Russo si perde Bollino, l’attaccante è tutto il tempo per girarsi e suggerire per Viola, la difesa dell’Akragas sbaglia tutto e Pane non copre il palo e Viola mette dentro indisturbato.

Al 25’ la risposta dell’Akragas, è Salvatore Cocuzza a provare la botta dalla distanza, ma Maurantonio c’è. Al 41’ del primo tempo esce un nervoso Gomez per Salvemini. L’attaccante viene accompagnato in panchina da una bordata di fischi. Al 45’ Cocuzza solo davanti a Maurantonio tocca morbido di testa, ghiotta occasione persa dal numero dieci biancazzurro. Si chiude il primo tempo con l'Akragas sotto di un gol. 

SECONDO TEMPO - Al pronti via è Zanini a provare la botta dalla distanza, ma Maurantonio non si lascia sorprendere. Di Napoli sceglie Cazè, il brasiliano torna in campo dopo due mesi. Il difensore prende il posto di Sepe. Al 14’ Russo non legge una geometria difensiva, Bollino ne approfitta e arpiona il pallone, su di lui si immola Cazè, salvando il risultato. L’Akragas riparte è Salvemini a provarci, ma la palla si spegne fuori. Poco palleggio in mezzo al campo per i biancazzurri. Il Taranto chiama dentro Viola, Paolucci al suo posto. Di Napoli si gioca la carta Cochis, al posto di Russo.

Al quarto d’ora Bollino si prende gli scatti dei fotografi, rovesciata in area, non trovando il gol per un soffio. Al 21’ è Carrotta dalla distanza, ma Maurantonio fa gli straordinari e salva tutto. L’Akragas alza il ritmo, Cochis semina panico provando a sfondare. I passaggi in orizzontale fanno male ai biancazzurri, Riggio si perde un avversario ma Pane chiude gli spazi. I biancazzurri provano ad impostare, sul pallone Zanini, ma oggi Maurantonio è insuperabile.

Al 40’ Cochis ci prova, pallone giusto ma è ancora Maurantonio ad opporsi. Al 41’ Cochis suggerisce per Marino, il capitano a due passi dalla porta spinge il pallone dentro: uno a uno, l’ex Taranto non esulta. Perfetto l’impatto in partita del giovane Cochis, autore di pregevoli giocate. Nel finale i biancazzurri rischiano ancora di vincere, con l’asse Salvemini-Longo. La partita termina in pareggio, quarto pareggio consecutivo per l'Akragas. 

TABELLINO

AKRAGAS: Pane, Sepe (54’ Thiago Cazè), Russo (64’ Cochis), Salandria, Marino, Riggio, Carrotta, Zanini, Gomez (42’ Salvemini), Cocuzza, Longo. A disposizione.: Addario, Assisi, Coppola, Pezzella, Garcia. Allenatore: Salvatore Di Napoli

TARANTO: Maurantonio, De Giorgio, Pambianchi, Nigro, Sampietro (77’ Pirrone), Magnaghi (70’ Balistreri)i, Bollino, Balzano, Garcia, Bobb, Viola (64’ Paolucci). A disposizione: Pizzaleo, De Salve, Boccadamo, Cardea, Albanese, Lancellotti, Lo Sicco, De Toni. Allenatore.:Fabio Prosperi

NOTE: Ammoniti: Gomez, Longo e Carrotta per l’Akragas; Sampietro, Balzano e Viola per il Taranto

LE PAROLE DI DANIELE MARINO

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento