Sport

Akragas sei salva, i biancazzurri pareggiano contro il Melfi e festeggiano

I biancazzurri pareggiano contro il Melfi, portando a casa un punto d'oro. L'Akragas conquista la salvezza con una partita d'anticipo, due a due e biancazzurri pronti a festeggiare

Pazza Akragas, i biancazzurri pareggiano a Melfi e centrano la salvezza. La squadra di Pino Rigoli dopo aver chiuso il primo tempo sotto di due reti a zero è riuscita a recuperare il match. Al pronti via i biancazzurri hanno subito la rete di Canotto, con "piedone" di Zach Muscat a mettere dentro. Il due a zero arriva dai piedi di Maimone che spiazza Vono.

Negli spogliatoi, Rigoli alza la voce ed in campo scende un'altra Akragas. L'allenatore chiama in panchina Salandria e butta dentro Di Grazia, mettendo in "scena" una squadra super offensiva.

Il gol arriva però dalla difesa, è Marino al 65' a diminuire il passivo. Il pareggio non tarda ad arrivare ed è ancora Di Piazza a mettere dentro il due a due ed il suo quattordicesimo sigillo personale. Record per il calciatore biancazzurro, l'attaccante segna il gol salvezza.

L'Akragas vuole arrotondare il punteggio, vincendo questa gara, ma il Melfi si chiude bene. I biancazzurri al triplice fischio finale saltano di gioia, La squadra agrigentina in virtù del pareggio tra Paganese e Catania, mantiene la categoria. Un obiettivo raggiunto con una giornata d'anticipo, dietro la salvezza dell'Akragas c'è l'astuzia di Pino Rigoli ed i gol dei giganti biancazzurri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Akragas sei salva, i biancazzurri pareggiano contro il Melfi e festeggiano

AgrigentoNotizie è in caricamento